La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Scappa, lo spettacolo che ha per protagonisti 12 detenuti
Cultura e spettacoli Asti -

Scappa, lo spettacolo che ha per protagonisti 12 detenuti

Aperte le prenotazioni per assistere alla rappresentazione che si terrà alla casa circondariale di Quarto nell'ambito di AstiTeatro 40

Lo spettacolo “Scappa”

Sono aperte le prenotazioni per assistere a “Scappa”, lo spettacolo scritto e diretto da Mimmo Sorrentino che si terrà martedì 26 e mercoledì 27 giugno alle 18 alla Casa circondariale di Quarto, con protagonisti 12 detenuti nel reparto di alta sicurezza.
Lo spettacolo fa parte del cartellone di AstiTeatro40 (sezione AstiTeatro per la Città) ed è prodotto dalla cooperativa sociale Teatroincontro nell’ambito del progetto “Educarsi alla libertà”. Racconta le storie di alcuni detenuti: è crudo, privo di retorica, parla di un passato perso nella violenza, che si mescola al presente e che si proietta minaccioso nel futuro.

La cooperativa Teatroincontro

La cooperativa Teatroincontro, ispirandosi a un metodo proprio delle scienze sociali, ha coinvolto nella sua ricerca teatrale attori, studenti, docenti, disabili, tossicodipendenti in recupero, alcolisti, anziani, extracomunitari. E ancora abitanti delle periferie del Nord Italia, Rom, detenuti, vigili del fuoco, giudici, magistrati, medici, infermieri, commercianti ambulanti, pendolari, malati terminali, malati di Alzheimer, alpini, persone uscite dal coma. Persone molto lontane dalle accademie teatrali, come non teatrale è la loro formazione.

Mimmo Sorrentino

Il direttore artistico della compagnia Mimmo Sorrentino è docente di teatro partecipato alla Scuola Paolo Grassi di Milano e conduce stage di alta formazione presso numerose università italiane. Nel 2014 gli è stato assegnato il premio ANCT-Teatri della diversità. Nel 2009 il premio “Enriquez” per l’impegno civile svolto con il suo teatro. Lo spettacolo “Fratello Clandestino è stato segnalato al premio Internazionale “Teresa Pomodoro, un teatro per l’inclusione”, e “Ave Maria per una gatta morta” al Premio Ater Riccione e al Premio Ubu.

Biglietti

Biglietti: 5 euro, con prenotazione obbligatoria presso la biglietteria del Teatro Alfieri (tel. 0141.399057) dal martedì al giovedì dalle 10.30 alle 16.30. Ingresso riservato a massimo 70 spettatori. Le prenotazioni dovranno essere fatte entro e non oltre il 14 giugno.
Sarà attivo un servizio bus in partenza alle 16.30 da Piazza Alfieri (lato Teatro Alfieri); il pubblico dovrà arrivare alla Casa Circondariale entro le 17 per permettere le procedure di controllo.

e.ferrando@lanuovaprovincia.it

Tag:

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente