La Nuova Provincia > Economia e scuola > Anno scolastico al via, tornano in classe 21.350 studenti astigiani
Economia e scuola Asti -

Anno scolastico al via, tornano in classe 21.350 studenti astigiani

Assegnati gli incarichi di reggenza ai dirigenti scolastici. L'ex provveditore Franco Calcagno a capo dell'istituto Artom

Comincia la scuola

Ultimi giorni delle lunghe vacanze estive per gli studenti astigiani. Lunedì 10 settembre, infatti, comincerà l’anno scolastico nella quasi totalità delle scuole astigiane (ad eccezione di quelle che, in virtù dell’autonomia, hanno anticipato l’avvio delle lezioni di alcuni giorni). Dalla prossima settimana, quindi, torneranno sui banchi tutti i 21.350 studenti della provincia di Asti: 8.535 delle elementari, 5.485 delle medie e 7.300 delle superiori, cui si aggiungono 3.622 bambini della scuola materna.
L’anno scolastico, che terminerà venerdì 7 giugno 2019 (per le materne venerdì 28 giugno), vedrà come prima pausa il “ponte” in occasione di Ognissanti.

L’assegnazione delle reggenze

Contestualmente con l’inizio dell’anno scolastico, sono in dirittura d’arrivo, all’Ufficio scolastico territoriale guidato da Leonardo Filippone, le operazioni necessarie per il corretto svolgimento delle lezioni, dalle nomine degli insegnanti a quelle dei dirigenti scolastici reggenti. Anche quest’anno, infatti, è stato necessario assegnare gli incarichi di reggenza ai dirigenti scolastici che hanno già la titolarità di una scuola perché sono appena cominciate le fasi del concorso nazionale da dirigente scolastico, indispensabile per coprire le numerose scuole rimaste prive di preside a causa dei pensionamenti degli ultimi anni.

I dirigenti scolastici in provincia di Asti

Ecco, quindi, le reggenze per l’anno scolastico 2018/2019 in provincia di Asti, assegnate sulla base della disponibilità accordata dagli stessi dirigenti. Rosa Savarese, dirigente dell’Istituto comprensivo Asti 2, proseguirà come reggente alla direzione didattica I Circolo; Alessandra Longo, a capo dell’Istituto comprensivo Asti 1, continuerà a guidare come reggente anche la direzione didattica V Circolo; Claudio Thoux, titolare dell’Istituto comprensivo di Costigliole, avrà la reggenza dell’Istituto comprensivo di Villanova; Isabella Cairo, titolare dell’Istituto comprensivo 4 Valli, guiderà anche il Centro provinciale di istruzione adulti, lasciato libero dopo il pensionamento di Palmina Stanga. Con sede in piazza Leonardo da Vinci ad Asti, il Centro organizza, tra le varie attività, numerosi corsi per stranieri. Emanuela Tartaglino, dirigente titolare dell’Istituto comprensivo di Montegrosso, si occuperà anche come reggente dell’Istituto comprensivo di Castell’Alfero; Maria Modafferi, a capo dell’Istituto comprensivo di Nizza Monferrato, si occuperà come reggente anche dell’Istituto comprensivo Asti 3; Ferruccio Accornero, titolare dell’Istituto comprensivo di Rocchetta Tanaro, avrà la reggenza dell’Istituto comprensivo Rita Levi Montalcini di Moncalvo; Fabio Poggi, dirigente titolare dell’Istituto comprensivo di San Damiano, avrà la reggenza del vicino Istituto comprensivo di Villafranca. E ancora Giorgio Marino, dirigente dell’Istituto Monti di Asti, lascerà la reggenza dell’istituto superiore Artom per quella dell’Istituto comprensivo di Canelli; Cristina Trotta, dall’anno scorso titolare del liceo scientifico Vercelli, continuerà la reggenza della scuola media Brofferio. Dopo alcuni anni da dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale, tornerà al suo incarico di dirigente scolastico Franco Calcagno, che ha assunto la titolarità dell’istituto tecnico Artom (che comprende anche una succursale a Canelli) con incarico di reggenza all’Istituto comprensivo Castelnuovo Don Bosco e Cocconato.
Nessun incarico di reggenza, almeno in provincia di Asti, per Patrizia Ferrero, titolare dell’istituto Giobert, così come per Matelda Lupori, titolare dell’Istituto superiore Pellati di Nizza Monferrato; Silvia Viscomi, a capo dell’Istituto superiore Vittorio Alfieri (che comprende liceo classico Alfieri, istituto Sella e liceo artistico Benedetto Alfieri); Ugo Rapetti, titolare dell’istituto superiore Castigliano, che conta anche una sede a Castelnuovo Don Bosco, e Renato Parisio, titolare dell’istituto superiore Penna.

e.ferrando@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente