La Nuova Provincia > Economia e scuola > Assistenti scolastici, aperta la vertenza regionale
Economia e scuola Asti -

Assistenti scolastici, aperta la vertenza regionale

Contro il ritardo del pagamento degli stipendi di oltre 80 lavoratori da parte di “progetto vita”

Sono scese “in campo” per rivendicare i loro diritti con una maglietta dallo slogan eloquente: “L’assistente è puntuale. Gli stipendi no”.

Parliamo di due lavoratrici e delegate sindacali che ieri (lunedì), insieme alle sindacaliste della Funzione pubblica Cgil Giorgia Perrone e Francesca Delaude, hanno preso parte alla conferenza stampa di protesta per parlare a nome proprio e dei 57 colleghi, tutti assistenti scolastici di bambini e ragazzi disabili.

«I lavoratori – ha esordito Francesca Delaude, componente della segreteria Fp Cgil – svolgono questo servizio per conto di “Progetto Vita”, la cooperativa che nel 2008 ha vinto l’appalto per la gestione del servizio di assistenza a bambini disabili nelle scuole cittadine per conto del Comune di Asti. A parte il primo periodo, nel corso di questi anni sono stati lamentati dai lavoratori alcuni problemi. Innanzitutto il ritardo nei pagamenti degli stipendi, che ha creato notevoli problemi agli operatori, per molti dei quali questo lavoro, tra l’altro part time, è l’unica fonte di reddito. I ritardi, infatti, sono arrivati nel tempo fino a 30 – 40 giorni».

Continua la lettura sul giornale in edicola, o acquista la tua copia digitale

Articolo precedente
Articolo precedente