La Nuova Provincia > Attualità > Astigiano e Albese unito dalle “ebike” degli enoturisti
Attualità, Economia e scuola Canelli e sud Nizza Monferrato -

Astigiano e Albese unito dalle “ebike” degli enoturisti

Cantine e strutture ricettive si sono messe in rete per fornire ai propri clienti un nuovo e richiesto servizio: il noleggio di bici elettriche per visitare senza troppa fatica colline e strade in mezzo ai vigneti Unesco

In collina arriva la bici elettrica

Langhe e Monferrato uniti questa volta dalla passione per la bicicletta. Sempre più turisti, soprattutto provenienti dal Nord Europa, chiedono infatti di poter visitare le dolci colline di Moscato e Barolo in sella a una due ruote e per questa ragione molte strutture ricettive ma anche alcune cantine si stanno attrezzando per offrire una risposta completa alle richieste dei propri visitatori. Dalla Valle Belbo alcuni imprenditori hanno preso al balzo l’occasione proponendo l’utilizzo dell’ ebike, ossia di una bicicletta elettrica per la pedalata assistita, in grado di rendere più rilassante e confortevole una gita fuori porta.

Il nuovo turismo passa dalla Valle Belbo

A proporre svariati itinerari tra vigneti, cantine e punti di interesse, tra Astigiano e Albese, è la Monferrato Active Ebike, tour operator di Nizza Monferrato. Questa nuova realtà, tutta al femminile, è stata fondata da Fabrizia Forno, Simona De Paoli Chiarlo e Valerie Frea le quali, lo scorso fine settimana, hanno organizzato un tour dimostrativo per un gruppo di giornalisti (nella foto) di diverse testate nazionali e legate al settore turistico. Scopo: quello di mostrare, ovviamente, le potenzialità della regione e la fruibilità sostenibile di una visita in sella ad una bici. Coinvolte diverse realtà produttive della zona, tra cantine e strutture ricettive come le Cantina Michele Chiarlo di Calamandrana, i cui i titolari hanno illustrato con orgoglio tradizioni e cultura di questo paesaggio rurale riconosciuto patrimonio Unesco.

L’ebike è ormai un mezzo di tendenza

L’uso delle ebike, sia in un contesto urbano che rurale, è ormai diventato un trend anche in Italia. Si chiama Bosch Experience, una sezione dedicata ai cicloturisti che, consultando il portale Bike Hotel Guide (www.bikehotelguide.com), possono pianificare la loro esperienza di viaggio “epowered by Bosch”, scegliendo tra strutture ricettive, impianti di assistenza e manutenzione, stazioni di ricarica delle batterie, noleggi, guide e itinerari dedicati. Ne ha avuto prova il gruppetto, selezionato, di giornalisti che ha preso parte alla giornata di presentazione e che ha potuto coprire la distanza di 11 km tra il parco la Court di Castelnuovo Calcea e il Relais del Borgo di Canelli senza troppa fatica, così come per i restanti chilometri che li separavano da La Morra, terra di Barolo.

Strutture ricettive in rete per l’ebike

Tra una tappa e l’altra sono stati proposti vini locali e prodotti tipici della gastronomia piemontese mentre le guide “ebiker” si premuravano di illustrare le peculiarità del paesaggio e la sua storia. Al momento, tra le Langhe e il Monferrato, è già possibile ricaricare gratuitamente la propria eBike, grazie a una rete di power station installate nelle diverse strutture aderenti. Per informazioni sui tour in sella alle ebike è possibile contattare il numero 348 376 9059.

 

Lucia Pignari

lucia.pignari@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente