La Nuova Provincia > Economia e scuola > Dalla Cina per sviluppare scambi commerciali
Economia e scuola Asti -

Dalla Cina per sviluppare scambi commerciali

Si svolgerà la seconda metà di maggio la visita ad Asti delle aziende cinesi interessate a sviluppare scambi commerciali con imprese della nostra provincia

Si svolgerà la seconda metà di maggio la visita ad Asti delle aziende cinesi interessate a sviluppare scambi commerciali con imprese della nostra provincia. A promuovere l’incontro l’Unione industriale su richiesta della proprietà della Way Assauto (il gruppo cinese “Nanyang Cijan Auto Shock Absorber Co”), storica azienda di ammortizzatori per auto.

«La richiesta è arrivata precisamente da Zhao Zhijun, uno dei vertici del gruppo che possiede la Waya, azienda nostra associata – spiega Maurizio Spandonaro, direttore dell’associazione degli Industriali – il quale ha manifestato il desiderio, da parte di imprese che hanno sede nella regione da cui proviene il gruppo, di conoscere aziende astigiane per sviluppare accordi commerciali e partnership. Siccome il nostro compito è quello di facilitare i rapporti tra imprenditori, abbiamo subito accettato la richiesta. Nei giorni scorsi ci siamo incontrati per pianificare la visita, per la quale non abbiamo ancora date sicure, ma solo l’indicazione che dovrebbe svolgersi nella seconda metà di maggio».

A partecipare dovrebbero essere sei o sette aziende cinesi di vari settori. «Nei prossimi giorni – spiega Paola Malabaila, presidente dell’Unione industriale – riceveremo le schede di descrizione delle imprese i cui vertici verranno ad Asti. In linea di massima dovrebbero essere in maggioranza impegnate nel settore metalmeccanico, e secondariamente nel settore energetico e degli impianti di trattamento rifiuti. Una volta che avremo i nomi e le schede descrittive li metteremo a disposizione delle nostre associate per sapere chi intende aderire. L’idea è poi quella di organizzare una serie incontri “business to business”, in modo da favorire lo sviluppo di accordi commerciali ed eventuali partnership. Attività che rientra tra i compiti dell’associazione, e maggior ragione quando riguarda aziende estere».

e.f.

Articolo precedente
Articolo precedente