La Nuova Provincia > Economia e scuola > Gli studenti del “Monti” invitano a scoprire i monumenti di Asti
Economia e scuola Asti -

Gli studenti del “Monti” invitano a scoprire i monumenti di Asti

Presentato nei giorni scorsi il quaderno didattico nato da un progetto di alternanza scuola - lavoro

Presentato il quaderno didattico

È stato presentato nei giorni scorsi, all’istituto “Monti” in presenza di numerose autorità, il quaderno didattico “A spasso con Vittorino alla scoperta dell’Arte Sacra nella Diocesi di Asti”, nato da un progetto di alternanza scuola-lavoro.

Le parole del dirigente

«E’ l’ultimo evento dell’anno scolastico – ha sottolineato il dirigente Giorgio Marino – ma non ultimo per importanza, eccellente risultato di un grande impegno, di una sensibilità culturale, didattica e artistica. Tutti gli Astigiani dovrebbero conoscere il patrimonio del territorio. Noi siamo immersi nella storia senza renderci conto di quello che abbiamo e lo scopo di questo quaderno – ha continuato Marino – è quello di portare la conoscenza nelle altre scuole e nelle famiglie, non con una finalità scientifica ma didattica ed educativa».
La stesura del quaderno, che è durata due anni, ha coinvolto con ruoli e impegni diversi una ventina di studenti dei Licei delle Scienze Umane e Linguistico, numerosi docenti, con il coordinamento della docente Ines Zivkovic.
«Sono stati i ragazzi che, con grande curiosità, hanno colto punti che io, storica dell’arte, non avrei sottolineato – ha detto Ivana Bologna della Fondazione CrAsti – e il fatto di interessarsi porta ad essere cittadini consapevoli e quindi più felici».
«E’ stato un lavoro di squadra di alto livello grazie anche alla grafica Laura Calvini – ha assicurato Ines Zivkovic – e i 2.000 quaderni stampati entreranno in altrettante famiglie facendo conoscere parte dei nostri tesori».

La pubblicazione

“A spasso con Vittorino” non è una semplice guida turistica per giovani dai 10 ai 14 anni, ma un quaderno didattico con tanto di mappa, storia della città, fotografie e accurate descrizioni dei monumenti. Una sorta di “passeggiata sulla linea del tempo” in compagnia di un giovane Vittorio Alfieri e dei novelli ciceroni dell’istituto Monti.
Il progetto di alternanza scuola Lavoro ha coinvolto il Museo Diocesano, la Biblioteca del Seminario, lo studio grafico Lulalabò di Torino ed è stato stampato con contributi della Fondazione CrAsti, del Fondo per le Biblioteche Innovative e del Museo diocesano.

info@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente