La Nuova Provincia > Economia e scuola > PMI Day, 400 studenti in visita nelle aziende del territorio
Economia e scuola Asti -

PMI Day, 400 studenti in visita nelle aziende del territorio

Il presidente dell'Unione industriale Andrea Amalberto ha presentato il bilancio dell'iniziativa e i progetti futuri per collegare scuola e impresa

PMI Day

Sono stati circa 400 gli studenti astigiani che venerdì scorso hanno potuto conoscere e osservare dal vivo il lavoro in azienda.
Hanno infatti preso parte alla nona edizione del PMI Day, l’evento promosso da Confindustria cui hanno aderito 16 aziende del territorio (nel 2017 erano state 10).
A presentare il bilancio dell’iniziativa, ieri (lunedì), il presidente dell’Unione industriale Andrea Amalberto affiancato dal direttore Maurizio Spandonaro, alla presenza dei dirigenti delle scuole superiori che hanno accolto l’invito dell’associazione: Artom, Castigliano, Penna, Vercelli, Andriano, Giobert e Cillario Ferrero (Neive).
«Il PMI Day – ha esordito Amalberto – è un evento nazionale in linea con l’attività di Confindustria, come testimoniano altre iniziative organizzate anche a livello provinciale. Tra queste, le mattinate di orientamento post diploma promosse dal Gruppo giovani imprenditori. Noi, infatti, crediamo fortemente nei giovani, che rappresentano il nostro futuro, e pensiamo che iniziative di questo tipo contribuiscano ad agevolarli nell’effettuare una scelta più consapevole, oltre che ad avvicinare sempre più la domanda e l’offerta di lavoro».

L’iniziativa

I ragazzi, usufruendo del trasporto in pullman messo a disposizione dall’Unione industriale, hanno potuto varcare le soglie di aziende appartenenti a settori merceologici diversi, osservando in molti casi la produzione e interfacciandosi con i dirigenti, in modo da ottenere anche preziose informazioni sui percorsi di studi più adatti e richiesti dalle varie realtà.
Ad apprezzare l’approccio utilizzato i dirigenti scolastici. «Come liceo scientifico “Vercelli” – ha commentato Cristina Trotta – quest’anno abbiamo preso parte, con alcune classi quarte e quinte, alla visita alla Johnson Electric. I ragazzi hanno potuto parlare con il responsabile della Risorse umane, intervistare una neo assunta e osservare, in particolare, l’attività del reparto di Ricerca e sviluppo, dato che molti dei nostri studenti sono interessati ad intraprendere gli studi di Ingegneria. E’ stata una mattinata coinvolgente ed utile».

I progetti per il futuro

In occasione della conferenza stampa il presidente Amalberto ha anche accennato al progetto ad ampio spettro, allo studio dell’Unione industriale, inerente una maggiore compartecipazione tra scuola e impresa. «Da una parte – ha affermato – siamo disponibili a contribuire alle necessità delle scuole a livello didattico, per esempio per l’acquisto di computer o tablet. Dall’altro lato vorremmo implementare lo scambio tra scuola e impresa. Mi piacerebbe, per esempio, riuscire ad organizzare, tramite i nostri contatti, esperienze di lavoro in aziende straniere rivolte agli studenti astigiani».

e.ferrando@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente