La Nuova Provincia > Tempo libero > Aperitivo benefico e party per aiutare il “Monti” a ricomprare i computer
Tempo libero Asti -

Aperitivo benefico e party per aiutare il “Monti” a ricomprare i computer

L'evento, in programma sabato al Palco 19, è stato organizzato in risposta al grave furto subito dalla scuola lo scorso settembre

L’evento

Sono due gli appuntamenti che caratterizzeranno domani (sabato) la serata “Project XM”, ovvero “Progetto per il Monti”.
Protagonista, appunto, l’istituto superiore Monti, che ha organizzato al Palco 19 di via dell’Ospedale un‘’iniziativa in risposta al grave furto di computer e lavagne multimediali subito lo scorso settembre, che ha compromesso il bilancio e la didattica della scuola, con il sostegno di diversi sponsor.

Il programma

Si comincerà alle 19 con un momento riservato principalmente a genitori, professori, parenti (ma comunque aperto anche agli studenti), ovvero il cosiddetto “apericenza” (ovvero aperitivo di beneficenza) curato dal ristorante Primis. Il menu prevede insalata russa; vitello tonnato; insalata di carni bianche, sedano e noci; pizza e focaccia; polenta e salsiccia; panna cotta al cioccolato; acqua e vini. Il costo a persona è di 18 euro, di cui 5 euro andranno alla scuola.
Il secondo momento si terrà dalle 22 e sarà unicamente dedicato ai ragazzi, non solo del “Monti” ma di tutte le scuole superiori astigiane, al costo di 15 euro con prevendita. Chi fosse interessato a partecipare all’apericena deve acquistare i biglietti presso la scuola o tramite gli studenti. Inoltre si potrà contribuire alla causa acquistando le bottiglie di vino Bosca che saranno messe in vendita ad offerta libera domani sera al Palco 19.
Ad organizzare l’evento, insieme al presidente del Consiglio di istituto Chiara Cerrato, Inti Sartoretto, ex studente e fondatore di Cubo Events insieme a Federico Annone, studente della succursale. Coinvolti anche gli ex rappresentanti di istituto (tra cui Mattia Pallavidino) e i nuovi membri del Consiglio da poco eletti: Giovanni Oleandri, Francesca Beidda, Andres Valente e Federica Fresia.
A sottolineare lo spirito dell’iniziativa il dirigente Giorgio Marino. «Il furto di computer e Lim (Lavagne interattive multimediali) nei locali della succursale, per un danno di circa 15mila euro – ricorda – è stato un duro colpo per noi, in quanto, oltre alle conseguenze economiche, ha vanificato anni di lavoro per il reperimento dei fondi, ottenuti partecipando a bandi europei. Tuttavia, in questa situazione la risposta della scuola, in primis dei ragazzi, è stata energica e positiva».
Per informazioni e prenotazioni: 340/5168997.

e.ferrando@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente