La Nuova Provincia > Eventi weekend > Asti: Capodanno in musica con Elisa
Eventi weekend Asti -

Asti: Capodanno in musica con Elisa

I cancelli si apriranno alle 20, poi toccherà a Chiara Dello Iacovo dare il via alla maratona musicale astigiana condotta da Marco Berry

Mancano poche ore al grande evento di Capodanno che animerà piazza Alfieri grazie al Consorzio dell’Asti Docg che ha ingaggiato Elisa per un concerto gratuito, un evento che si annuncia tra i principali di tutto il nord ovest. A condurre il Capod’Asti ci sarà Marco Berry, “Iena” della tv, illusionista e conduttore di alcune trasmissioni molto seguite come Mistero e Lucignolo 2.0.

Come da programma l’evento in piazza Alfieri inizierà alle 21 con il concerto di Chiara Dello Iacovo, la cantante astigiana che dopo l’esibizione a Sanremo si è definitivamente imposta come una delle giovani voci più interessanti del panorama musicale italiano. La guest star, Elisa, salirà sul palco alle 22.45 e canterà fino alle 23.45 quando il concerto si fermerà per dare a tutti i presenti la possibilità di brindare al nuovo anno con le bollicine dell’Asti Docg offerte dal Consorzio.

Un brindisi che avrà il sapore di un battesimo importante, quello dell’Asti Secco, l’ultimo arrivato in casa del Consorzio dell’Asti. Dopo mezzanotte Elisa riprenderà a cantare per circa 30 minuti per poi passare il testimone alla band torinese dei Twee chiamata da Collisioni Festival, il principale partner degli organizzatori, a chiudere la maratona musicale.

Il concerto in piazza Alfieri sarà la prima grande manifestazione del nuovo anno grazie alla collaborazione tra il Consorzio dell’Asti Docg, Collisioni, il Comune, Cassa di Risparmio di Asti e Fondazione CrAsti, Regione Piemonte, Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato. Sono già terminati ieri i lavori per montare il grande palco davanti alla Prefettura e l’accesso all’area del concerto verrà regolamentato da quattro varchi situati in altrettanti punti strategici dotati di metal detector e presidiati da steward che controlleranno, insieme alle forze dell’ordine, il rispetto dei divieti imposti per garantire la massima sicurezza possibile.

Infatti, come disposto dal Decreto Minniti, chi vorrà accedere al concerto dovrà sottostare a una serie di divieti molto rigidi: all’interno del concerto non sarà possibile introdurre valigie, borse, zaini, bombolette spray, trombette da stadio, armi, fumogeni, materiale esplosivo o pirotecnico, catene, sedie, sgabelli, sostanze stupefacenti, ombrelli, bastoni per selfie, penne, puntatori laser, passeggini, strumenti musicali, droni, apparecchiature per le registrazioni audio/video, macchine fotografiche, videocamere, tablet, iPad, biciclette, caschi, sacchi a pelo, ma anche bottiglie di vetro, di plastica, lattine e borracce di metallo.

Circa 5.000 persone, di cui una parte provenienti dai ristoranti convenzionati, potranno accedere al settore più vicino al palco dotandosi di un apposito braccialetto, gratuito, che sarà consegnato a cena o all’ingresso. Durante il Capod’Asti i volontari dell’AISLA, ma anche i ristoratori gemellati che hanno aderito all’iniziativa proponendo cene con piatti tradizionali, vini locali e le bollicine del Consorzio dell’Asti Docg, venderanno al pubblico un cappellino speciale, realizzato appositamente per il concerto, il cui ricavato sarà devoluto al reparto di rianimazione dell’ospedale Massaia. L’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica parteciperà al Capod’Asti per raccogliere fondi destinati a regalare al reparto di rianimazione dell’ospedale un monitor ad alta tecnologia. Per raggiunge Asti dalle altre province saranno a disposizione servizi di bus navetta da Torino, Alba, Alessandria e Cuneo e ci saranno due treni straordinari, messi a disposizione da Trenitalia, per il rientro dopo il concerto: da Asti a Torino Porta Nuova e da Asti ad Alessandria (entrambi con partenza all’1).

L’accesso alla piazza sarà consentito a partire dalle 20.

Riccardo Santagati

info@lanuovaprovincia.it

Articolo precedente
Articolo precedente