La Nuova Provincia > Tempo libero > Fiera d’Autunno, 300 bancarelle nel centro di Asti
Tempo libero Asti -

Fiera d’Autunno, 300 bancarelle nel centro di Asti

Domenica tra shopping e street food. Sarà allestita anche un'area giochi per i bambini

La Fiera d’Autunno

Domenica 14 ottobre il centro di Asti sarà “invaso” dalla Fiera d’Autunno, che vedrà protagonisti circa 300 espositori.
Le bancarelle saranno collocate da corso Dante (angolo con via Fontana) a piazza Alfieri, dove continueranno lungo corso Alfieri (fino all’angolo con via Bocca), via Rossini, corso alla Vittoria e piazza Libertà.
Gli operatori presenteranno vari generi di prodotti: artigianato, alimentari, prodotti di aziende agricole, capi di abbigliamento, giocattoli e oggetti per la casa. Per quanto riguarda gli alimentari, sarà prestata attenzione alle varie esigenze, in quanto saranno presenti banchi con alimenti per celiaci o realizzati con farine particolari, come quella di Kamut.
Durante lo shopping sarà anche possibile degustare i piatti dello “street food”, mentre la Pro loco di Canelli parteciperà alla fiera per proporre la “belecauda” (farinata di ceci).
Lo shopping tra le bancarelle della fiera durerà dall’alba al tramonto, ma le famiglie con bimbi potranno anche fare una pausa nell’area giochi – con gonfiabili e altri intrattenimenti – che sarà allestita in piazza Alfieri.

L’organizzatore

Ad organizzare la manifestazione il Consorzio Euro FIVA 2000, che si è dato un obiettivo molto preciso che intende portare avanti per tutte le fiere di sua competenza: «Vogliamo offrire la più alta qualità possibile per un evento di questo tipo – spiega Mauro Gandolfo, componente del consorzio – ben consapevoli che i banchi più belli si presentano dove ci sono le opportunità più belle».
Per fare questo si stanno valutando una serie di innovazioni che riguarderanno non solo l‘imminente Fiera d’Autunno, ma anche gli altri appuntamenti fieristici cittadini come la Fiera carolingia e quella di primavera, oppure il mercatino dell’antiquariato in programma ogni quarta domenica del mese.
«Nel giorno in cui si tengono queste fiere – conclude Gandolfo – i mercati rappresentano la vera contrapposizione alla grande distribuzione e anche un’occasione per riappropriarsi del centro con il piccolo commercio».

info@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente