La Nuova Provincia > Tempo libero > Un weekend al sapore di tartufo e vino
Tempo libero Asti -

Un weekend al sapore di tartufo e vino

Sabato e domenica si terrà la prima edizione di "Asti Palazzi del Gusto. I mille profumi del Monferrato"

La prima edizione di “Asti Palazzi del Gusto”

Questo fine settimana – domani (sabato) e domenicaAsti ospiterà la prima edizione di “Asti Palazzi del Gusto. I mille profumi del Monferrato”.
A promuovere il cartellone di eventi il Comune di Asti in collaborazione con l’Ente fiera internazionale del Tartufo bianco d’Alba e il Centro nazionale studi tartufo, con il supporto della Fondazione CrAsti, del Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, del Consorzio dell’Asti docg, dell’associazione Albergatori e ristoratori astigiani, della Confcommercio e della Fondazione Asti Musei.
Protagonisti i prodotti d’eccellenza dell’autunno piemontese attraverso show cooking, analisi sensoriali, wine tasting e convegni, senza dimenticare la Fiera regionale del tartufo con la mostra mercato.

Il programma

Si comincerà domani (sabato) alle 11 a Palazzo Mazzetti (corso Alfieri 357) con l’incontro “Tartufo: gestione di un patrimonio” a cura del Centro nazionale studi tartufo e della Regione Piemonte, in collaborazione con Ipla (Istituto piante da legno e ambiente). Incontro in cui, attraverso il caso di studio del tartufo bianco d’Alba, verranno presentate le buone pratiche piemontesi e le prospettive future. Previsti interventi di esperti dei centri di ricerca Italiani per un confronto sui diversi ambiti di tutela e sviluppo del patrimonio tartufigeno.
Il vicino Palazzo Alfieri (corso Alfieri 375), invece, ospiterà, sabato e domenica dalle 10 alle 19, la sede del “Mercato del tartufo”, uno spazio dove acquistare il Tuber magnatum Pico con gli standard garantiti dalla commissione qualità. Sempre all’interno di Palazzo Alfieri saranno ospitati i cosiddetti “Foodies Moments”, ovvero gli show cooking dove – alle 11 e alle 17.30 – il tartufo bianco d’Alba incontrerà la cucina d’autore grazie a chef e cuochi dell’Astigiano.
Si comincerà sabato alle 11 con Enrico Trova (Osteria del diavolo), per proseguire alle 17.30 con il duo di chef stellati Walter Ferretto (Il Cascinalenuovo) e Andrea Ribaldone (Osteria Arborina Relais). Domenica alle 11, invece, sarà la volta di Giuseppe Palermino (La Braja). La partecipazione ai “Foodies Moments” è su prenotazione sul sito www.fieradeltartufo.org
Il giorno successivo, domenica, Palazzo Alfieri ospiterà alle 16 la premiazione del “miglior piatto” e del “miglior tartufo” in collaborazione con l’Atam (Associazione trifulao astigiani e monferrini). Inoltre, in occasione dell’evento, Palazzo Alfieri custodirà le opere fotografiche di Mark Cooper, fotografo inglese che da anni vive in Piemonte, che presenterà il suo progetto “Earthscapes – L’arte del paesaggio”.
Palazzo Ottolenghi (corso Alfieri 350) sarà la meta dei gourmet per esperienze immersive in cui scoprire le caratteristiche organolettiche del Tuber magnatum Pico e dei pregiati vini di Monferrato, Langhe e Roero. Sabato e domenica, alle 11, appuntamento con le analisi sensoriali del tartufo guidate dai giudici del Centro nazionale studi tartufo. Mentre alle 15 e alle 17.30, sempre sabato e domenica, sarà il momento delle Wine Tasting organizzate in collaborazione con il Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato e con il Consorzio dell’Asti Docg. In particolare domenica alle 17.30 l’appuntamento sarà con “Gli Oscar della Douja” in collaborazione con il Consorzio della Barbera d’Asti e Vini del Monferrato e la Camera di Commercio di Asti. Anche per la partecipazione a questi appuntamenti è necessario prenotarsi sul sito www.fieradeltartufo.org.

I menu dei ristoranti

Da segnalare, poi, che fino a domenica, alcuni ristoranti proporranno speciali cene a base di tartufo bianco d’Alba accompagnate dai vini delle cantine aderenti al Consorzio Barbera d’Asti e dell’Asti Docg.
Partecipano al progetto i seguenti locali: ad Asti Osteria del diavolo, L’antico casale, Francese, Il Podestà, Angolo del beato; in provincia La fioraia (Castello d’Annone), Madamavigna (Baldichieri), I Bologna (Rocchetta Tanaro), San Marco (Canelli), Il Cascinalenuovo (Isola), La Braja (Montemagno), Roico Lago di Codana (Montiglio).

Ingressi a prezzi agevolati nei musei

Infine, non bisogna dimenticare che con i voucher delle Wine Tasting, delle analisi sensoriali e degli show cooking si potrà godere dell’ingresso a prezzo ridotto alla mostra di Chagall a Palazzo Mazzetti, così come sarà possibile visitare i siti museali di Palazzo Mazzetti, Palazzo Alfieri, Cripta e Museo di Sant’Anastasio, Torre Troiana, Domus Romana, Complesso di San Pietro ad un prezzo vantaggioso. Anche il Museo Diocesano, il Paleontologico e il Museo del Palio saranno accessibili a prezzo ridotto.
Inoltre sabato, alle 16 all’Archivio di Stato in via Massaia 5, si terrà una lectio magistralis dello storico Franco Cardini ad ingresso libero.

e.ferrando@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente