La Nuova Provincia > Attualità > Il trionfo di Andrea Mari: è lui il vero “drago” del Palio senese
Attualità, Palio Asti -

Il trionfo di Andrea Mari: è lui il vero “drago” del Palio senese

“Brio” ha corso in maniera feroce, determinata, andando all’attacco fin dalla caduta del canapo

Un “Brio” magistrale

Siena ha archiviato il primo Palio del 2018, dedicato alla Madonna di Provenzano. Ha vinto il Drago o meglio ancora ha vinto Andrea Mari, poichè la “carriera” senese di luglio è stata caratterizzata dalla magistrale prestazione del fantino nato a Rosia nel 1977, al suo sesto trionfo personale sotto la Torre del Mangia. “Brio” ha corso il Palio in maniera feroce, determinata, andando all’attacco fin dalla caduta del canapo.

Perfetta preparazione alla corsa

La sua preparazione della corsa è stata perfetta: Rocco Nice, cavallo esordiente, aveva lasciato intravedere (intravedere, si badi bene) notevoli potenzialità e grande facilità di galoppo sia nelle sei prove della vigilia (cinque più la “provaccia) sia nel percorso di avvicinamento al Palio. Andrea è stato abilissimo stratega nelle fasi d’approccio all’evento, muovendosi sotto traccia, a fari spenti, chiedendo al suo mezzosangue precise risposte: alla mossa, nella maneggevolezza e nella scelta delle traiettorie.

Formidabile Rocco Nice

Rocco Nice, castrone baio nato nel 2010, in piazza è stato magistrale, avrebbe potuto fare altri tre giri e nessuno sarebbe riuscito a superarlo mostrando una maturità difficilmente riscontrabile in un esemplare esordiente. Mari è stato abile come un prestigiatore nelle fasi della vigilia ad occultare il suo Rocco “Bello”, per poi sfogare tutto quello che si era tenuto dentro la sera della corsa, dopo una mossa interminabile e quando le ombre della sera iniziavano ad avvolgere Siena.

Poche e giuste parole

Con la sua parlantina fluente “Brio” deve aver detto poche e giuste cose ad Elias Mannucci, fantino della Chiocciola che partiva di rincorsa. Al primo San Martino già emergeva in maniera impressionante la perfetta simbiosi cavallo-fantino: Bartoletti, Sanna ed Atzeni erano lì, affannosamente “appiccicati”, consci però che soltanto un errore commesso da chi li precedeva avrebbe potuto cambiare una trama già scritta. Dieci con lode a “Brio”, mentre torna difficile premiare con voti alti il resto del lotto, perchè Mari, autentico drago, e Rocco Nice, hanno rubato gli occhi alla piazza. Prossimi appuntamenti il 16 agosto a Siena e 15 giorni dopo il nostro Palio. Ci sarà certamente da divertirsi!

Massimo Elia

max.elia@virgilio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente