La Nuova Provincia > Palio > A Pian delle Fornaci Umatilla (Atzeni) non tradisce le aspettative
Palio Asti -

A Pian delle Fornaci Umatilla (Atzeni) non tradisce le aspettative

Mereu non vince ma suscita un'ottima impressione e si piazza tre volte secondo

Nove le corse disputate, sette delle quali riservate ai “mezzi”

Nella giornata di ieri, sabato 10, sulla pista senese di Pian delle Fornaci, è andata in scena la prima riunione di corse in provincia prevista dal calendario 2018. Erano nove le gare in programma, sette delle quali riservate ai mezzosangue e due ai purosangue. Mossiere Andrea Calamassi. A seguire tutti i risultati della riunione.

Prima corsa, purosangue di 4 anni e oltre: dallo steccato, cavallo Smorfia (fantino Cersosimo), Pisellino (Chiavassa), Antico Moro (Giuseppe Zedde), Pharaoh (Colombati), Uprise (Mari) e Norman Price (Siri). Rincorsa Binno (Pusceddu).

Vittoria di Norman Price (Siri) davanti ad Uprise (Mari) e ad Antico Moro (Zedde).

Seconda corsa, mezzosangue di 5 anni e oltre: dallo steccato, Ungolo (Piras), Sogni (Siri), Uron (G. Zedde), Uva Passa (Dino Pes), Saburghesa (Ferrari), Audace da Clodia (Todde), Ucaly (Betti), Raol (Mari) e Unadea (Topalli). Rincorsa: Un fuoriclasse (Guglielmi).

Uron (Zedde), in rimonta, all’ultimo giro prende la testa e precede Audace da Clodia (Todde) e Sogni (Siri).

 Umatilla non sbaglia un colpo

Terza corsa, mezzosangue di 5 anni e oltre: Ultimo Baio (Mereu), Solero (Murtas), Rasta (Chiavassa), Rio Manigos (Carboni), Sempre in piedi (Enrico Bruschelli), Una come te (Sini), Terry (Sanna), Questurino (Congiu) e Tay Tay (Pacini). Rincorsa: Umatilla (Atzeni).

Eccellente prova di Umatilla (Atzeni), che prevaleva su Ultimo Baio (Mereu) e Tay Tay (Pacini).

Quarta corsa, purosangue di 4 anni e oltre: Monte Sirai (Gavino Sanna), Biricchi (Siri), Abanero (Dino Pes), Giocoliere (Giuseppe Zedde), Il gladiatore  (Carlo Sanna) e Nocciolo (Caria). Rincorsa: Batistuta (Migheli).

E’ Monte Sirai (G. Sanna) a vincere davanti ad Abanero (Dino Pes) e Il Gladiatore (Sanna),

Quinta corsa, mezzosangue di 4 anni e oltre: Villana (Mereu), Yoghi da Clodia (Andrea Coghe), Vankook (Carboni), Voulture (Piras), Vento di Tempio (Arru), Venere Saura (Congiu), Vittorino (Atzeni) e VI Bro Pedralada (Guglielmi). Rincorsa: Veranu (Sanna).

Ad imporsi è Voulture (Piras), secondo Villana (Mereu) e terzo Yoghi da Clodia (Coghe).

Zampata di Andrea Coghe

Sesta corsa, mezzosangue di 5 anni e oltre: Serafinu (Giuseppe Zedde), Unusolesolu (Cabiddu), Tintoretto (Fenu), Uired (Sanna), Briccona (Andrea Coghe), Tuesola (Chessa), Uga (Mula), Uber Alles (Dino Pes) e Spartaco da Clodia (Topalli). Rincorsa: Talete Sauro (Sini).

Briccona da Clodia (Coghe) precedeva Tuesola (Chessa) e Spartaco da Clodia (Topalli).

Settima corsa, mezzosangue di 4 anni e oltre: Uccel di bosco (Murtas), Viky Fortuna (Migheli), Ugo Ricotta (Dino Pes), La via da Clodia (Cersosimo), Unnighy (Puddu), Tout Beau (Chiavassa), Thiago Baio (Sini), Ultrasonic (Sanna) e Parledi (Giobbe). Rincorsa: Ser Bona (Vicino).

Thiago Baio (Sini) si imponeva nell’ordine su Viky Fortuna (Migheli) e Ugo Ricotta (Pes).

Chessa beffa Mereu, appaiati Pes e Topalli

Ottava corsa, mezzosangue di 5 anni e oltre: Unamore (Vicino), Tempesta da Clodia (Chessa), Stallinek (Cabiddu), Tale e Quale (Carboni), Superba da Clodia (Bartoletti), Tagadà (Paddeu), Pallottola (Mula), Smeraldo Nulese (Luigi Bruschelli) e La Gioconda (Mereu). Rincorsa: Rhapsody (Topalli).

Vinceva Tempesta da Clodia (Chessa), d’un soffio, precedendo La Gioconda (Mereu) e Stallinek (Cabiddu).

Nona corsa, mezzosangue di 5 anni e oltre: Terribile da Clodia (Enrico Bruschelli), Tattaliu (Migheli), Bombardino (Cabiddu), Quarzo Blu (Bitti), Uan King (Chessa), Qantu Alese (Vicino), Assiniboia (Giuseppe Zedde), Quisario (Topalli) e Ribelle da Clodia (Andrea Coghe). Rincorsa: Robolt (Dino Pes).

Contesissimo sprint tra Robolt (Pes) e Quisario (Topalli). La giuria li vedeva appaiati sul palo e concedeva la vittoria ad entrambi. Terzo Qantu Alese (Vicino).

Massimo Elia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente