La Nuova Provincia > Salute e green > Da gennaio gli esiti delle analisi si potranno ritirare in farmacia
Salute e green Asti -

Da gennaio gli esiti delle analisi si potranno ritirare in farmacia

Basterà presentare pin, codice fiscale e ricevuta di pagamento del ticket in una qualsiasi delle farmacie di Asti e provincia. Servizio gratuito

Nuovo servizio

Alcune indiscrezioni su questo nuovo ed importante servizio erano già trapelate alla presentazione della campagna vaccinale antinfluenzale di qualche settimana fa, ma nei giorni scorsi è arrivata la conferma: gli esiti degli esami fatti al laboratorio analisi dell’ospedale potranno essere ritirati in una qualsiasi delle farmacie di Asti e provincia.
Il servizio è già stato deliberato dal consiglio di Federfarma Asti e in questi giorni si stanno definendo le predisposizioni telematiche per attivare concretamente la prestazione.

Sullo stesso canale del Cup

Il servizio, infatti, “viaggerà” attraverso lo stesso canale di comunicazione già esistente oggi fra il Cup e le farmacie; lo stesso che oggi consente di prenotare una visita specialistica dal bancone del proprio farmacista.
Michele Maggiora, presidente di Federfarma di Asti annuncia che tutte le farmacie saranno abilitate al nuovo servizio da inizio gennaio, dopo le feste natalizie.

Come funzionerà

I cittadini, per il ritiro dei referti in farmacia, dovranno presentare il foglio rilasciato il giorno del prelievo contenente un Pin riservato, e poi il codice fiscale di chi ha usufruito della prestazione (o eventuale delega) e la ricevuta del pagamento del ticket se dovuto. Il farmacista, verificata la correttezza di questi documenti, provvederà a collegarsi via computer con la banca dati del laboratorio analisi e scaricherà e stamperà i referti.

Alparone: «Così facciamo rete»

«Ringrazio Federfarma Asti che con me ha condiviso questa strategia che consente di valorizzare la presenza capillare delle farmacie sul nostro territorio – ha commentato il direttore Generale dell’Asl di Asti Mario Alparone – e di ribadire il ruolo di professionisti sanitari svolto dai nostri farmacisti. L’avevamo detto: la strategia è fare rete nell’interesse dei pazienti. L’abbiamo fatto».
Ricordando anche l’attivazione, all’accesso al Pronto Soccorso di Asti, del Codice Argento per i pazienti over 75 in codice verde e bianco.
Il nuovo servizio di ritiro referti in farmacia sarà gratuito.

d.peira@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente