La Nuova Provincia > Salute e green > Dalla collina al fiume a spasso sul territorio
Salute e green Costigliole - San Damiano -

Dalla collina al fiume a spasso sul territorio

Il Comune di Isola si prepara per la fine dell’estate a presentare al pubblico il progetto della sentieristica comunale

Attraverso i sentieri alla scoperta della natura

In qualunque stagione, a piedi o in bicicletta, alla scoperta del territorio attraverso i suoi sentieri tra i filari delle vigne e nei boschi o accanto ai campi di grano appena tagliato. Un’esperienza per vivere il proprio ambiente che può diventare una sana abitudine per trarre dal contatto con la natura benessere psicofisico, ma anche un’opportunità per fare turismo e promuovere il territorio.

Sono i motivi che hanno ispirato il lavoro dell’amministrazione comunale di Isola, che si prepara per la fine dell’estate a presentare al pubblico il progetto della sentieristica comunale.

Gran parte dell’opera è già stata fatta nel corso dei mesi passati, attraverso l’individuazione e lo studio dei percorsi, la posa delle paline segnaletiche e la realizzazione di una dettagliata cartina di riferimento.

Circa 40 km di strade tra collina e pianura

«Complessivamente si tratta di circa 40 chilometri di sentieri sul territorio di Isola, tra la collina e il piano, toccando tutte le località del paese – spiega il sindaco di Isola Fabrizio Pace – Abbiamo individuato quattro percorsi che sviluppano ognuno un tema differente in base alle caratteristiche della zona che attraversano».

Rifacendosi alla passeggiata enogastronomica che veniva proposta dalla Pro Loco isolana qualche anno fa, uno dei tratti della sentieristica comunale propone il percorso “Munta e cala mangiando”: si snoda a partire dall’area del Tanaro, rievocando l’idea del tempo che scorre, così come fa il fiume, per girare intorno al paese; il percorso della “Leggenda di Cavalmorto” ha come riferimento la borgata di Repergo; il “Borgo tra le Alpi” mette in primo piano l’antico borgo di Isola Villa, offrendo suggestivi panorami sulle colline fino alla catena delle Alpi; infine, il “Bosco di Mongovone”, nella zona dell’omonima borgata, che diede tra l’altro i natali al Generale Giuseppe Govone, tra gli eroi del Risorgimento (nel centro della frazione, accanto alla chiesa, il Palazzo Govone di proprietà del Comune in cui nacque il Generale).

«Lavoriamo alla realizzazione del progetto fin dalla primavera scorsa: abbiamo studiato i percorsi, che sono stati tutti effettuati e cronometrati, abbiamo provveduto alla sistemazione delle paline e realizzato la cartina dei sentieri, in cui sono riportati, nell’obiettivo di un’opportunità turistica, le aree ristoro, le fontane, bar, ristoranti e strutture ricettive, i punti di interesse del territorio», sottolinea il sindaco Pace.

Iniziativa finanziata dalla tassa di soggiorno

«L’iniziativa viene finanziata attraverso la tassa di soggiorno di 2 euro a persona. Siamo già stati contattati e abbiamo ricevuto richieste di interessamento da parte di tour operator: tra agosto e settembre presenteremo il progetto e poi potranno prendere il via le passeggiate sul territorio», annuncia il primo cittadino.

Oltre a respirare il paesaggio attraverso i suoi profumi, i suoi colori e i suoi suoni, ci sarà anche la possibilità di portarsi a casa anche un ricordo della passeggiata sui sentieri di Isola: «Un po’ come le fotografie che si scattano sulle panchine giganti installate in molti paesi, abbiamo ideato i “quadri” del territorio – evidenzia Fabrizio Pace – In alcuni punti dei percorsi saranno installate grandi cornici in cui si potrà diventare il soggetto dei quadri che avranno come sfondo il territorio: riporteranno l’immagine dei visitatori, il nome di Isola e quello del “quadro” del territorio che si sta percorrendo».

I benefici delle passeggiate

Sono ormai noti i benefici derivanti dal camminare immersi tra la natura, da quelli fisici derivanti dal movimento a quelli psichici, come molti studi hanno mostrato. Camminare tra il verde libera la mente dall’affollarsi dei pensieri, spesso negativi e legati al passato o al futuro, che impediscono di vivere pienamente e con consapevolezza il momento presente. Tra le ultime iniziative del Comune di Isola, pochi giorni fa, proprio una “cena consapevole” nel bosco, dopo una passeggiata partita da palazzo Govone in frazione Mongovone.

marta.martiner@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente