La Nuova Provincia > Attualità > Cantine Bosca a Parigi per la Giornata della Luce
Attualità, Senza categoria Asti Canelli e sud Nizza Monferrato -

Cantine Bosca a Parigi per la Giornata della Luce

Il 16 maggio, anniversario della prima realizzazione laser, è infatti riconosciuto dall'Unesco come il giorno dedicato alla consapevolezza dell'importanza della luce

Trasferta a Parigi delle Cantine Bosca

Le Cantine Bosca “brillano”, è il caso di dirlo, a Parigi in occasione della Giornata Internazionale della Luce. Il 16 maggio, anniversario della prima realizzazione laser, è infatti riconosciuto dall’Unesco come il giorno dedicato alla consapevolezza dell’importanza della luce e delle tecnologie foniche e per celebrarlo, fino alla metà di giugno, partner di tutto il mondo hanno un programma ambizioso di attività con una speciale attenzione verso gli studenti, i giovani e il grande pubblico.

Nella capitale francese con Philips e Velux

Tra questi, si annovera la prestigiosa casa spumantiera di Canelli, tra i primi ad aderire all’iniziativa ed unica realtà privata insieme a Philips e Velux. Nel corso della celebrazione della giornata di mercoledì scorso nella capitale francese, Pia e Polina Bosca sono state testimonial dell’importanza della luce nella vita dell’uomo e dei vini, insieme a premi Nobel, scienziati, organizzazioni non governative, rappresentanti dell’industria, dell’economia, dell’arte, dell’architettura e del design. A dirigere i lavori, Flavia Schlegel il vice direttore Generale per le Scienze Naturali Unesco.

Lo spumante deve la vita alla luce

«Lo spumante e i vini Bosca devono infatti la loro vita in primo luogo alla luce, che fa crescere uve straordinarie in uno dei paesaggi più belli del mondo. Luce che come azienda abbiamo scelto di portare con grande premura anche nelle nostre cantine storiche di Canelli, laddove il vero protagonista è il buio, silenzioso custode dello spumante che da sei generazioni riposa in questi luoghi dichiarati Patrimonio dell’Umanità Unesco» hanno spiegato le due sorelle Bosca. Nel 2015, infatti, in occasione dell’adesione all’Anno Internazionale della Luce, la luce (a led) è entrata per la prima volta nelle Cattedrali Sotterranee Bosca, con una installazione permanente di luce e musica, che guida tutti i visitatori.

Viaggio alla scoperta della storia antica

Un viaggio alla scoperta della storia dell’antica casa spumantiera attraverso navate e transetti che si aprono in ampie crociere, proprio come una grande cattedrale.Sabato 19 maggio alle 21 le Cantine Bosca ospiteranno, guarda caso, lo spettacolo “Sotto un’altra luce, lo spettacolo della fisica”. Performance teatrale a cura del dipartimento di Fisica dell’Università di Milano, scritto da Marina Carpineti, Marco Giliberti e Nicola Ludwig. Regia di Flavio Albanese. L’evento è inserito del calendario del Festival Classico 2018.

f.duretto@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente