La Nuova Provincia > Sport > Asti Calcio: nuova tegola sul futuro del Club
Sport Asti -

Asti Calcio: nuova tegola sul futuro del Club

IP Consulting chiede alla magistratura di decretare il fallimento del Club astigiano

Se sul campo i galletti stanno compiendo un percorso estremamente positivo e che ha sorpreso la maggior parte degli addetti ai lavori del campionato di Promozione, nelle prossime ore rischia di abbattersi una brutta tegola a livello societario. L’Asti Calcio infatti deve difendersi dalla richiesta di fallimento inoltrata dalla società IP Consulting. Il fatto risale al periodo in cui il club biancorosso militava in serie D, esattamente nel 2012: oggetto di discussione sono le forniture tecniche delle squadre astigiane, che ai tempi indossavano il marchio Legea.

La notifica dell’istanza è stata recapitata presso gli uffici di via Ugo Foscolo n° 19 e rappresenta l’epilogo di un’azione giudiziale avviata dalla società di consulenza sportiva con sede a Saluzzo (CN), in seguito al mancato pagamento di alcune fatture relative alla fornitura di materiale tecnico per un totale di 36.000 euro.

L’Asti, che sostiene di aver verificato come i prezzi applicati al materiale tecnico fossero completamente fuori mercato, si difende affermando di essere disposto a pagare solamente 11.000 euro, a suo giudizio il reale prezzo di mercato dell’abbigliamento al netto di una parte di sponsorizzazione. Il legale che segue l’istanza di fallimento per conto dei biancorossi è l’avvocato Monica Totolo.

L’istanza è ora sul tavolo del giudice, che martedì valuterà la sussistenza dei presupposti di fallibilità della società astigiana.

Sul numero di martedì del nostro giornale tutti i dettagli della querelle

Davide Chicarella

Articolo precedente
Articolo precedente