La Nuova Provincia > Sport > Douglas Corsini, acquisto extralusso Città di Asti
Sport Asti -

Douglas Corsini, acquisto extralusso Città di Asti

L'ex ultimo degli orange è il botto finale del presidente Furlanetto

Douglas Corsini

Mentre erano già partite le convocazioni per la prossima stagione la nuova dirigenza, il Città di Asti ha messo a segno un gran colpo di mercato, il messaggio arriva concitato nel tardo pomeriggio di un giovedì quanto mai colorato di bianco e rosso. Il nome è quello di Douglas Corsini, una vecchia conoscenza del Palasanquirico, il nome giusto e un tassello importante per vivere una serie A da protagonisti. Il neo presidente del club di A2, Diego Furlanetto, è contento di questo regalo finale per il completamento della squadra : “Abbiamo acquistato un grande uomo prima di tutto, un grandissimo giocatore, un professionista, un top player, un signor giocatore”, commenta. Il fatto di aver conquistato ad Asti – sponda orange – una Coppa Italia e una WInter Cup la dice lunga sulle ambizioni del sodalizio astigiano. Corsini ha vinto tanto in nero-arancio e ha disputato la finale scudetto da avversario degli orange, con la maglia del Real Rieti. Ultimo dotato di personalità e carisma, è un colpo da novanta. “Douglas Corsini, classe 1982, vestirà la maglia del Città di Asti. Con questo colpo posso dire che si è conclusa la nostra campagna acquisti.  Ad aspettarlo troverà calciatori di altissimo livello, giovani e veterani di spessore. Con una rosa del genere possiamo dire la nostra in tutta Italia”. Questo l’auspicio del Presidente che non nasconde la sua emozione per la giornata speciale appena trascorsa e per il marchio impresso in questa squadra.  “È stata una giornata per me speciale, grazie al lavoro di tutti i dirigenti, grazie agli amici che ci hanno aiutato, c’è stato realmente il mio primo colpo di mercato. E che colpo! Ringrazio apertamente tutti coloro che ne hanno preso parte nessuno escluso”. “Giù la maschera e andiamo a divertirci”, chiosa Furlanetto.

 

d.chicarella@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente