La Nuova Provincia > Sport > Luca Casalone nel gotha del futsal
Sport Asti -

Luca Casalone nel gotha del futsal

E’ un’estate da ricordare quella di Luca Casalone, portiere dell’Orange Futsal fresco di titolo tricolore

Dallo scudetto in Italia, all’avventura in India nella Premier Futsal, a un futuro ancora da scrivere, che potrebbe però avere i contorni del progetto targato PGS Avis Isola. E’ un’estate da ricordare quella di Luca Casalone, portiere dell’Orange Futsal fresco di titolo tricolore. Dopo la festa per il titolo, l’astigiano è volato assieme a Carlos Espindola nell’ex colonia inglese per vivere l’avventura nel torneo che raccoglieva il gotha del calcio e del calcio a 5. In campo con Luca c’erano Ronaldinho, Salgado, Giggs, Scholes, il campionissimo Falcao, Luis Amado («il miglior numero 1 della storia», Casalone dixit) e molti altri.

Pur non partendo tra le squadre favorite, il suo Kochi ha raggiunto la finale arrendendosi nell’ultimo atto della kermesse al Mumbai dopo i rigori. «E’ stata una magnifica avventura – esordisce Casalone – sia sotto il profilo sportivo che sotto quello turistico, non capita tutti i giorni di poter visitare l’India. Devo ringraziare i miei compagni di squadra ma soprattutto Sergio Tabbia e Stefano Cionini, che hanno fatto sì che partecipassi a questo torneo».

Ogni squadra aveva a roster alcuni talenti del futsal mondiale, una leggenda e atleti locali: «Nella mia formazione giocavano Chaguinha del Benfica e Deives Morales, due talenti che mi hanno impressionato, oltre a capitan Salgado, che è invece l’esempio della professionalità e della voglia di vincere. Non molla mai. In queste manifestazioni ci sono atleti che affrontano le sfide con grinta e determinazione, altri che puntano più allo spettacolo». «Non eravamo certo i favoriti ma siamo arrivati in finale, un ultimo atto intenso ed equilibrato, forse non spettacolare come le gare dei gironi ma decisamente apprezzato dal pubblico».

Davide Chicarella

Articolo precedente
Articolo precedente