La Nuova Provincia > Sport > Tamburello: impresa del Chiusano contro il Noarna
Sport Chiusano -

Tamburello: impresa del Chiusano contro il Noarna

Domenica prossima la partita secca decisiva contro l'Arcene per salire in serie A

Sfida emozionante

Al termine di una partita memorabile, emozionante nelle fasi decisive del tie-break ed entusiasmante in molti suoi frangenti, il Chiusano ha compiuto l’impresa contro il Noarna, qualificandosi per le semifinali dei playoff della serie B di tamburello. Un traguardo formidabile, raggiunto con orgoglio, cuore e determinazione dalla formazione guidata da Sandrine Nicole e Riccardo Dellavalle, che ha capovolto il risultato del match d’andata. Nel primo set i locali partivano con Petroselli e Tanino coppia arretrata, Matthieu Dellavalle nel mezzo, Petrini e Martinetto al cordino. Risposta trentina con Robol e Gelmini a fondocampo, Fiorini centrale e Mosna e Zuani sotto cordino.

Lotta accanita nel primo set

Primo set combattutissimo, lottato punto a punto: il Noarna impostava la partita quasi esclusivamente sul contenimento, pungendo il Chiusano in rare circostanze. La formazione astigiana riusciva a piazzare un primo strappo grazie alle chiusure di Matthieu Dellavalle e Martinetto, portandosi avanti 3 a 1. Il team ospite, guidato da Gigi Beltrami, faceva suoi i tre giochi successivi aggiudicandosi altrettanti 40 pari. Il quintetto locale vacillava ma replicava con la forza della disperazione, conscio che perdere il set avrebbe significato accantonare ogni speranza. Una bordata di Petroselli siglava il 4 a 4, mentre il nono gioco, risoltosi sul 40 pari, esaltava le doti di Petrini. Sul 5 a 4 il Chiusano si piazzava alla finestra e alla distanza il team ospite commetteva un paio di falli gratuti su palline non impossibili. Primo parziale in archivio sul 6 a 4 per la compagine astigiana, che iniziava benissimo anche la seconda frazione del match.

Secondo parziale

Vinto il primo gioco a 30 il Chiusano, con Daniel Dellavalle in campo al posto di Petrini, perdeva il successivo sul 40 pari, ma riusciva poi ad allungare grazie a due giocate “pitturate” di Petroselli: 3 a 1. Attimo di rilassatezza per rifiatare del team di casa e il Noarna mordeva subito, riportandosi in scia: 3 a 2. I trentini, che nella seconda frazione utilizzavano quasi costantemente Robol nel mezzo arretrando Fiorini, sbagliavano la pallina del possibile 3 pari e per la squadra di Sandrine Nicole e Riccardo Dellavalle la strada si faceva in discesa: 4-2. Il 5-2 arrivava rapidamente, con un gioco vinto a 15, mentre una chiusura di Matthieu siglava il 6-2 risolvendo positivamente un 40 pari.

Palpitante tie-break

Tie-break con tensione alle stelle. Il folto pubblico presente taceva e si esaltava a seconda dell’evolversi della situazione, tremando dopo l’avvio veemente del Noarna (vantaggi di 2 a 0 e 3 a 1) ma poi accompagnando la rimonta chiusanese: 3 pari al cambio di campo. Ancora i trentini avanti, 4-3 e 5-4, ma finale di gara tutto nel segno del Chiusano, con tre “quindici” conquistati in fila e apoteosi sull’8 a 5. Riccardo Dellavalle era stato buon profeta dopo l’avvio veemente del Noarna: «Chi fa il primo punto nel tie-break perde la partita.» Previsione azzeccatissima. Astigiani in semifinale, con sfida in gara secca al “Renatino Gerbo” di Chiusano, domenica prossima, 16 settembre, contro l’Arcene. Vincere vorrebbe dire conquistare la promozione in A, poiché entrambe le finaliste del campionato cadetto saliranno nella massima serie. Chiudiamo ricordando il debutto sul campo chiusanese del tabellone elettronico segnapunti, opera dell’ingegno e della volontà di tre giocatori locali: Lorenzo Petrini, Matthieu e Daniel Dellavalle.

Sconfitte Real Cerrina e Cinaglio

Eliminato invece il Real Cerrina di Aristide Cassullo, nonostante una buona prova sul campo del Cereta (sconfitta al tie-break) e battuto anche il Cinaglio, nei playout, dal Palazzolo. Per la squadra di Chicco Viotti vi è ancora un’opportunità di raggiungere la salvezza: dovrà però battere nel doppio confronto i trevigiani del Fontigo.

Risultati e classifiche

SERIE B – PLAYOFF – Ritorno dei quarti: Chiusano-Noarna 2-0 (6-4, 6-2, t.b. decisivo 8-5); Castiglione-Bardolino 2-1 (4-6, 6-2, t.b. 8-2); Settimo-Arcene 1-2 (6-4, 5-6, 3-8); Cereta-Real Cerrina 2-1 (1-6, 6-1, 8-5).
Semifinali in partita secca (Domenica 16 settembre, ore 15): Chiusano-Arcene e Cereta-Castiglione.
PLAYOUT – Ritorno dei quarti: Castelli Calepio-Segno 2-1 (5-6, 6-1, t.b. 8-0); Bonate Sopra-Fontigo 2-1 (6-1, 2-6, t.b. 8-6); Besenello-Ciserano 1-2 (2-6, 6-2, t.b. 6-8); Palazzolo-Cinaglio 2-0 (6-3, 6-4).
Semifinali salvezza: Segno-Besenello; Cinaglio-Fontigo.

Massimo Elia

max.elia@virgilio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente