La Nuova Provincia > Sport > Tamburello: Monalese d’argento anche negli “italiani” indoor
Sport Asti -

Tamburello: Monalese d’argento anche negli “italiani” indoor

La squadra allenata da Lanzoni ancora una volta ha dovuto accontentarsi del secondo gradino del podio, battuta nel confronto decisivo dal Nave San Rocco

Altro successo sfiorato

E’ l’annata delle piazze d’onore, dei sogni svaniti in dirittura d’arrivo…. La Monalese femminile, pur disputando una fase finale degli “Italiani” indoor di tamburello vicina alla perfezione, ancora una volta ha dovuto accontentarsi del secondo gradino del podio.
E così, dopo aver conquistato l’argento in Portogallo nella Coppa Europa riservata ai club, prestigiosa manifestazione continentale, la squadra di Giancarlo Lanzoni nella fase decisiva per l’assegnazione del tricolore ha ceduto nel confronto decisivo al Nave San Rocco.

Nave San Rocco scudettato

La squadra trentina ha centrato il successo nella competizione andata in scena nella propria regione, vantaggio non decisivo ma neppure trascurabile. Rebecca Lanzoni e compagne debuttavano nella manifestazione venerdì, nel tardo pomeriggio, prevalendo in maniera netta, 13 a 4, sul Lazio, squadra già battuta due volte nella fase eliminatoria. Sabato le ragazze astigiane concedevano il bis superando le oristanesi dell’Aeden Santa Giusta (13 a 3), altro team che la squadra monalese aveva già sconfitto un paio di volte nelle qualificazioni.

Cammino spedito

Via poi agli scontri con le compagini trentine: le biancorosse surclassavano il Patone per 13 a 2, concludendo gli impegni di sabato contro il più ostico Mezzolombardo. Altra prestazione da incorniciare e vittoria per 13 a 6, un risultato che garantiva alla Monalese la partecipazione alla Coppa Europa (oltreché alla Coppa Italia, prime quattro classificate) e il diritto di andare a sfidare per il tricolore il Nave San Rocco, la più agguerrita e competitiva delle squadre trentine.

Equilibrio nel match decisivo

Il match decisivo andava in scena domenica e scivolava via per lunghi tratti su binari di equilibrio. A fare la differenza a favore di Germana Baldo e compagne era la maggior precisione e incisività nei colpi nella fase cruciale del confronto, vinto dal Nave San Rocco per 13 a 9. Rammarico nelle file astigiane, poichè la squadra di Lanzoni, protagonista di una stagione indoor di altissimo livello, avrebbe ampiamente meritato la conquista di almeno un trionfo (a livello nazionale o continentale).

Le  protagoniste

Sui campi di Besenello e Rovereto il tecnico monalese ha utilizzato, a rotazione, Rebecca Lanzoni, Aurora Tonon, Rachele Fasoli, Antonella Negro, Ludovica Stella e Annalisa Petroselli. La classifica finale degli “Italiani”:  Nave San Rocco punti 15; Monalese 12; Mezzolombardo 9; Aeden Santa Giusta 5; Patone 3; Lazio 1.

max.elia@virgilio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente