Usa 2012/Sconfitti candidati repubblicani che parlarono di stupro
Altro

Usa 2012/Sconfitti candidati repubblicani che parlarono di stupro

Usa 2012/Sconfitti candidati repubblicani che parlarono di stupro
Le parole di Mourdock e Akin avevano fatto scalpore


Roma, 7 nov. (TMNews)
– Le battute su aborto e stupro di due candidati repubblicani nelle corse per il Senato sono state castigate dagli elettori. Todd Akin nel Missouri e Richard Mourdock nell’Indiana (due Stati vinti dal candidato repubblicano Mitt Romney nella corsa presidenziale di questa notte) non hanno vinto.

La senatrice democratica Claire McCaskill ha confermato il suo seggio in Missouri, sconfiggendo Akin, noto per la sua battuta sul “vero stupro”. o scorso agosto, il candidato repubblicano disse che un “vero stupro” porta raramente a una gravidanza, suscitando imbarazzo nelle stesse file del suo partito, tanto che lo stesso Romney gli aveva chiesto di fare un passo indietro.

Brutta sconfitta per il Senato anche in Indiana: Richard Mourdock ha perso a fronte del democratico Joe Donnelly. Anche Mourdock aveva fatto scalpore con i suoi commenti sui bimbi concepiti in caso di stupro: la violenza sessuale, aveva detto, è una cosa orribile ma la nascita di un bambino fa sempre parte dei piani di Dio.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale