Roma, oggi corteo neofascista: 'Presidio contro adunata nera'
Altro

Roma, oggi corteo neofascista: ‘Presidio contro adunata nera’

Roma, oggi corteo neofascista: ‘Presidio contro adunata nera’
In piazza il Mse, Barbera (Prc-Fds): Il clima sarà incandescente


Roma, 10 nov. (TMNews)
– “Un presidio antifascista per bloccare
l’adunata nera” è stato convocato per questo pomeriggio a Roma
dai collettivi antifascisti in piazza Cavour, dove è previsto
l’arrivo del corteo del Movimento sociale europeo (partenza alle
16 da piazza Risorgimento), che con l’iniziativa ribattezzata
‘Euroribellione’ scenderà in piazza contro “i poteri forti”
europei e per chiedere “un’altra Europa, quella della Civiltà,
quella della giustizia sociale, quella libera dall’usura
internazionale e dalle catene dell’occupazione americana”.

Per Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano di
Prc-Federazione della Sinistra e presidente del consiglio del
Municipio XVII, “il vergognoso corteo dei neofascisti e
neonazisti renderà domani il clima incandescente in città”.

“In concomitanza con il corteo – dice ancora Barbera – organizzeranno, a partire dalle 16, un presidio autorizzato a Castel Sant’Angelo per protestare contro la decisione di far sfilare i neofascisti e i neonazisti in città”.

Anche il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, ha definito la manifestazione del Movimento sociale europeo “un atto ostile e una provocazione nei confronti di Roma e della sua storia” chiedendo a istituzioni del territorio e forze dell’ordine di “vigilare e valutare con grande attenzione la situazione. Ciò non mette in discussione la libertà di espressione, ma anche questa ha un limite: tutte le idee hanno cittadinanza eccetto quelle che affermandosi negano le idee e l`identità altrui”.

Per l’Anpi, invece, “la misura è ormai colma e si deve
finalmente porre fine a questa orgia di apologia del fascismo e
dell’ideologia di un partito che ha ucciso oppositori, altri ne
ha destinati a lunghi periodi di detenzione e/o di confino, ha
mandato a morire tanti giovani in guerre assurde e perdute, ha
perseguitato gli ebrei con le leggi razziali e in tante altre
forme, in aiuto alle barbarie dei nazisti”.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale