Golden share/ Pronte le nuove norme su tlc, energia, trasporti
Altro

Golden share/ Pronte le nuove norme su tlc, energia, trasporti

Golden share/ Pronte le nuove norme su tlc, energia, trasporti
Lo schema di decreto in 5 articoli al prossimo Cdm


Roma, 14 nov. (TMNews)
– In arrivo le nuove norme per l’esercizio della golden share da parte del governo per proteggere i settori “di rilevanza strategica per l’interesse nazionale” nei settori “dell’energia, dei trasporti e delle comunicazioni”.

Nel prossimo consiglio dei ministri arriverà lo schema di decreto, composto da 5 articoli, di cui TMNews anticipa il testo, che individua “le reti e gli impianti, i beni e i rapporti di rilevanza strategica per l’interesse nazionale nei settori dell’energia, dei trasporti e delle comunicazioni, in relazione ai quali possono essere esercitati i poteri speciali previsti” previsti dal decreto legge del 15 marzo scorso.

L’articolo 1 individua nel settore energetico “la rete nazionale di trasporto del gas naturale e relative stazioni di compressione e centri di dispacciamento; infrastrutture di approvvigionamento di gas da Stati non appartenenti all’Unione europea; rete nazionale di trasmissione dell’energia elettrica e relativi impianti di controllo e dispacciamento”.

L’articolo 2 tra le “reti e gli impianti di rilevanza strategica” pone i “porti di interesse nazionale; aeroporti di interesse nazionale; rete ferroviaria di rilevanza per le reti trans-europee”.

Nel settore delle comunicazioni tra gli asset strategici l’articolo 3 pone le “reti private virtuali, in uso alle Amministrazioni dello Stato competenti in materia di salvaguardia della pubblica sicurezza, del soccorso pubblico e della difesa nazionale; collegamenti dedicati ad uso esclusivo alla realizzazione della Rete Interpolizia per Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza e per il Ministero della Difesa; rete di accesso alla rete telefonica pubblica in postazione fissa anche nel caso di connessioni stabilite mediante servizi di accesso disaggregato all’ingrosso, condiviso o WRL, in rame e fibra”.

All’articolo 4 sono sono escluse dall’esercizio dei poteri della golden share operazioni infrafruppo che nell’ambito di un medesimo gruppo, “non comportano rischi di pregiudizio tali da mettere a rischio la continuità degli approvvigionamenti e l’operatività dei servizi pubblici essenziali”.

L’articolo 5 del provvedimento reca, infine, una previsione volta a dare attuazione alla norma transitoria di cui al comma 9 dell’articolo 2 del decreto-legge n. 21 del 2012, stabilendo che, in relazione alle attività di rilevanza strategica nei settori dell’energia, dei trasporti e delle comunicazioni, individuate negli articoli 1, 2 e 3 del presente decreto, sono attribuite rispettivamente al Ministro dell’economia e delle finanze, per le società da esso partecipate, e al Ministro dello sviluppo economico o il Ministro delle infrastrutture e trasporti, le competenze relative alle proposte per l’esercizio dei poteri speciali e alle conseguenti azioni disciplinate dai commi 4 e 6 dello stesso articolo 2, ferma restando in capo al Consiglio dei Ministri la competenza all’esercizio dei poteri stessi.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo