Napolitano apre a election day, ma prima leggi stabilità e voto
Altro

Napolitano apre a election day, ma prima leggi stabilità e voto

Napolitano apre a election day, ma prima leggi stabilità e voto
L’auspicio del Colle è che le Regionali si accorpino il 10 marzo


Roma, 17 nov. (TMNews)
– Le elezioni regionali di Lazio, Lombardia e Molise da tenersi il 10 marzo e una apertura al cosiddetto “election day”, quindi anche alle Politiche, a patto che il Parlamento faccia prima le leggi di stabilità ed elettorale. E’ il succo di quanto emerso al termine del vertice dal presidente Giorgio Napolitano cui ieri hanno partecipato i presidenti di Senato e Camera nonché il presidente del Consiglio, Mario Monti.

“E’ indubbia, per valutazioni d’interesse generale, l’esigenza di un contestuale svolgimento delle elezioni nelle regioni” e “si è a tale proposito ritenuta appropriata la data del 10 marzo 2013″, si legge in una nota del Quirinale.

Tra le altre cose c’è l'”auspicio” del capo dello Stato per la conclusione della riforma elettorale. Mentre sullo scioglimento del Parlamento si legge: “In proposito si ricorda che il Capo dello Stato aveva rilevato, il 3 novembre scorso, la carenza, fino a quel momento, di condizioni oggettive e di ‘motivazioni plausibili’ per un’anticipazione sia pur lieve della convocazione delle elezioni politiche. Si attende dunque il verificarsi delle condizioni opportune per la decisione che la Costituzione riserva al Capo dello Stato”.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo