Ocse/ Italia, Pil 2012 -2,2%, 2013 -1%, poi torna crescita
Altro

Ocse/ Italia, Pil 2012 -2,2%, 2013 -1%, poi torna crescita

Ocse/ Italia, Pil 2012 -2,2%, 2013 -1%, poi torna crescita
Su 2012 stima recessione del 2,3%, in 2013 -1% e in 2014 +0,6%


Roma, 27 nov. (TMNews)
– Dopo molti mesi di peggioramenti l’Ocse ha stabilizzato le previsioni sull’economia dell’Italia sul 2012, avvertendo comunque che è atteso un proseguimento della recessione nel breve termine, mentre la stima sul 2013 è stata nuovamente rivista al ribasso. Tuttavia sempre sul prossimo anno l’ente parigino si attende che inizi un “ritorno alla crescita” e sul 2014 l’Ocse si attende un più 0,6 per cento del Pil.

Sull’anno in corso l’ente parigino stima una contrazione del Pil del 2,2 per cento, cui seguirà un meno 1 per cento sull’insieme del 2013. Cifre pubblicate nella nuova edizione dell’Economic Outlook dell’Ocse, e in parte migliori di quelle indicate nell’aggiornamento previsionale diffuso il 6 settembre scorso, in cui sul 2012 l’Ocse si attendeva un meno 2,4 per cento sul Pil.

Sono dati però più deboli di quelli fornite nell’Economic Outlook di sei mesi fa, in particolare sul 2012 era attesa una recessione dell’1,7 per cento, mentre sul 2013 era atteso un meno 0,4 per cento.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo