Usa/ Tetto a debito,Repubblicani pensano innalzamento temporaneo
Altro

Usa/ Tetto a debito,Repubblicani pensano innalzamento temporaneo

Usa/ Tetto a debito,Repubblicani pensano innalzamento temporaneo
La ha riferito Paul Ryan parlando di soluzione di breve termine


New York, 17 gen. (TMNews)
– Il partito Repubblicano potrebbe consentire per un breve periodo di tempo l’innalzamento del tetto al debito pubblico, ossia l’ammontare che il governo americano può prendere in prestito attraverso l’emissione di obbligazioni. Lo ha comunicato Paul Ryan, il presidente del Comitato alla Camera a maggioranza Repubblicana dedicato a questioni di budget, secondo cui la soluzione allo studio sarebbe solo temporanea.

Parlando con i giornalisti a margine di un ritiro dei deputati Repubblicani, Paul Ryan – colui che sarebbe diventato vice presidente degli Stati Uniti se alle elezioni dello scorso 6 novembre avesse vinto il candidato Mitt Romney – ha spiegato che l’amministrazione Obama dovrebbe pianificare le spese per evitare il default del Paese nel caso in cui ci siano ritardi nell’innalzare il limite al debito pubblico, raggiunto a fine dicembre e pari a 16.400 miliardi di dollari. Al momento il Tesoro ha adottato scorciatoie per onorare i propri impegni verso i creditori. Tali espedienti però dovrebbero terminare a febbraio.

“La cosa peggiore per l’economia sarebbe un Congresso e un’amministrazione che non fanno nulla per riportare sotto controllo il nostro deficit e debito”, ha detto il Repubblicano del Wisconsin.

I Repubblicani sono sempre stati contrari all’espansione dell’ammontare del debito pubblico in circolazione, chiedendo al presidente Barack Obama tagli alle spese. L’inquilino della Casa Bianca dal canto suo ha più volte ribadito che non accetterà ricatti su questo fronte, su cui il Congresso sarà chiamato a decidere nelle prossime settimane.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale