Sanità/ Cgil: Servizio sanitario a rischio, urgente rilancio
Altro

Sanità/ Cgil: Servizio sanitario a rischio, urgente rilancio

Sanità/ Cgil: Servizio sanitario a rischio, urgente rilancio
Le proposte del sindacato: invertire strategia recessiva


Milano, 22 gen. (TMNews)
– Rilanciare il Servizio sanitario nazionale, pubblico e universale, garantire l’assistenza territoriale 24 ore su 24, creare e salvaguardare l’occupazione nel settore, avviare processi di contrattazione e partecipazione. Sono queste le quattro linee di intervento contenute nella proposta della Cgil per salvare e rilanciare il servizio sanitario nazionale che, spiega il sindacato in una nota, versa in una situazione di “grave rischio dopo essere stato sottoposto a tagli lineari per 30 miliardi di euro nel periodo 2011-2015”.

“Il settore è sottoposto a una pesante riduzione delle risorse – ha osservato il segretario confederale della Cgil, Vera Lamonica, nel corso di un’assemblea pubblica sul tema della sanità – che mettono in discussione la garanzia dei Livelli essenziali di assistenza sanitaria per i cittadini, le condizioni di lavoro e persino i livelli di occupazione”. Per questo secondo la Cgil non è possibile restare fermi: “Dobbiamo continuare la mobilitazione per fermare i tagli – ha proseguito Lamonica – e per invertire la strategia anticrisi recessiva del governo italiano ed europeo e, contemporaneamente, associare una contrattazione e una mobilitazione per favorire i processi di riorganizzazione del nostro Ssn e di salvaguardia del lavoro”.
(segue)

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo