Pdl/ Maroni: Bene su Cosentino, era giusto dare segnale forte
Altro

Pdl/ Maroni: Bene su Cosentino, era giusto dare segnale forte

Pdl/ Maroni: Bene su Cosentino, era giusto dare segnale forte
Ma presunzione di innocenza rimane principio fondamentale


Milano, 23 gen. (TMNews)
– Roberto Maroni, segretario federale della Lega Nord e candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Lombardia, promuove il Pdl per l’esclusione di Nicola Cosentino dalle proprie liste dei candidati al Parlamento. “Ho visto, ne penso bene, penso che Berlusconi e il Pdl abbiano fatto una scelta immagino dolorosa e complicata, ma giusta. Non si tratta di condannare persone fuori dal processo, la presunzione di innocenza è un principio fondamentale, ma qui si parla di cariche elettive” ha detto ai microfoni di Canale 5 durante La telefonata di Murizio Belpietro.

Alla domanda se sia stato o meno un errore del Parlamento quello di non concedere a suo tempo l’autorizzazione all’arresto dell’ex coordinatore campano del Pdl, Maroni ha ricordato di avere in quella occasione, insieme a una parte della Lega, votato a favore del provvedimento restrittivo. “Non gioisco adesso, – ha comunque sottolineato l’esponente leghista -, ma era giusto dare un segnale forte tenendo fuori lui e altri che sono indagati o imputati di reati gravi di mafia”.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo