Berezovsky/ Polizia: Non escluso coinvolgimento terza persona
Altro

Berezovsky/ Polizia: Non escluso coinvolgimento terza persona

Berezovsky/ Polizia: Non escluso coinvolgimento terza persona
Oligarca trovato con “cappio al collo”. Aveva una costola rotta


Roma, 28 mar. (TMNews)
– Nonostante l’autopsia compiuta sul corpo di Boris Berezovsky non abbia evidenziato lividi o segni di eventuale colluttazione, “non si può escludere completamente” il coinvolgimento di una terza persona nella morte del magnate russo. A tenere in piedi la tesi di un presunto omicidio è stato questa mattina l’ispettore Mark Bissell, della polizia di Thames Valley, senza però fornire ulteriori spiegazioni. L’agente ha comunque confermato che Berezovsky è stato trovato “con un cappio attorno al collo” e “pezzi di stoffa analoga sul braccio della doccia, vicino a lui”.

D’altra parte, l’autopsia ha rivelato anche la rottura di una costola, circostanza che per la famiglia sarebbe una prova del fatto che l’oligarca non si sarebbe suicidato. Intanto, si prevede che oggi il coroner della contea inglese del Berkshire Piter Bedford apra un’indagine sul caso. Berezovsky è stato trovato da una sua guardia sabato pomeriggio nel bagno della casa dove viveva, nel villaggio di Ascot, contea inglese del Berkshire.

(con fonte afp)

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo