Brasile/ Anestesista accusata di aver ucciso centinaia pazienti
Altro

Brasile/ Anestesista accusata di aver ucciso centinaia pazienti

Brasile/ Anestesista accusata di aver ucciso centinaia pazienti
Ricoverati nel reparto di terapia intensiva


Roma, 28 mar. (TMNews)
– Un medico anestesista brasiliana, accusata dell’omicidio di sette pazienti ricoverati nell’unità di terapia intensiva di un ospedale brasiliano, sarebbe in realtà responsabile della morte di 300 persone, secondo gli inquirenti. Ad aggravare l’accusa, il motivo del suo comportamento: liberare posti letto per nuovi pazienti.

La donna, Virginia Soares de Souza, 56 anni, avrebbe somministrato un anestetico ai pazienti ricoverati nell’unità da lei diretta e poi ridotto gradualmente l’ossigeno, causando la morte per asfissia nell’ospedale evangelico della città meridionale di Curitiba. Altri tre dottori, tre infermieri e un fisioterapista sono accusati di omicidio.

La procura base le sue accuse, oltre che sui referti di decesso dei pazienti, anche su alcune registrazioni di conversazioni telefoniche: “Voglio svuotare l’unità intensiva – aveva detto la dottoressa a un collega – mi prudono le mani”. “Purtroppo la nostra missione è di essere il trampolino di lancio verso l’aldilà”. L’avvocato – riporta il Times – è convinto che l’accusa abbia frainteso il modo di lavorare all’interno di quei reparti e si dice certo di riuscire a provare l’innocenza della sua cliente.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo