Telecom/ Asati: Cinesi un'opportunità, facciano Opa fino al 30%
Altro

Telecom/ Asati: Cinesi un’opportunità, facciano Opa fino al 30%

Telecom/ Asati: Cinesi un’opportunità, facciano Opa fino al 30%
Soci a difesa dell’italianità ha creato il disastro attuale


Milano, 15 apr. (TMNews)
– Nessuna pregiudiziale verso i cinesi di Hutchinson Whampoa purchè facciano un’Opa volontaria parziale delle azioni di Telecom Italia fino al 30% del capitale, a un prezzo di 1,1-1,2 euro per azione. E’ quanto scrive in una nota Asati, l’associazione che raccoglie i piccoli azionisti del gruppo di tlc.

“Va riconosciuto al Gruppo Hutchinson Wampoa – si legge – il forte impegno in Italia nelle telecomunicazioni: ha dedicato importanti risorse ed ha accettato bilanci in perdita. Di principio non esiste una pregiudiziale indotta da un paventato pericolo ‘giallo’. La si veda invece come una importante opportunità”.

“L’alternanza degli azionisti di riferimento, dalla privatizzazione in poi, sbandierati a difesa dell’italianità e supportati da politici incauti, ha creato il disastro attuale – rileva Asati – Il 55% del capitale attuale della società è già all’estero, in un mercato globale dove il Pil dell’Europa nel 2030 sarà il 7% del Pil mondiale ancora si parla di italianità!”. “Perchè un azionista asiatico deve essere visto come un pericolo? – conclude Asati – Importante è fissare le regole, una governance ed un percorso che noi abbiamo indicato a tutela di tutti gli azionisti e del Paese”.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale