Lavoro/ Sindacati uniti, si pensa a nuova protesta a maggio
Altro

Lavoro/ Sindacati uniti, si pensa a nuova protesta a maggio

Lavoro/ Sindacati uniti, si pensa a nuova protesta a maggio
Senza risposte su Cig in deroga lavoratori in piazza a Roma


Roma, 16 apr. (TMNews)
– L’unità sindacale riparte dal lavoro. Cgil, Cisl, Uil e Ugl hanno manifestato davanti al Parlamento per sollecitare il Governo uscente e il Parlamento a rifinanziare gli ammortizzatori in deroga, per i quali servono, secondo le stime delle Regioni, ulterori 2,75 miliardi di euro per soddisfare le esigenze per il biennio 2013-2014.

I segretari generali di Cgil, Cisl e Uil (Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti), che hanno concluso i comizi in piazza Montecitorio e che in precedenza avevano incontrato i presidenti di Senato e Camera, Piero Grasso e Laura Boldrini, hanno criticato il Governo Monti per aver creato questa situazione di emergenza sociale. Le confederazioni hanno chiesto un provvedimento urgente, un decreto legge, per risolvere il problema delle risorse.

In caso contrario, hanno avvertito Camusso, Bonanni e Angeletti, torneranno in piazza. I sindacati stanno già pensando a una nuova manifestazione, questa volta molto più grande. La possibile data si collocherebbe appena dopo la prima decade di maggio, di sabato. A quanto si apprende Cgil, Cisl e Uil avrebbero già chiesto l’autorizzazione per poter svolgere la protesta in piazza San Giovanni a Roma, storico teatro delle manifestazioni del sindacato confederale.

Intanto, proseguono contatti e riunioni per definire il nuovo quadro di regole sulla rappresentanza. I leader di Cgil, Cisl e Uil si vedranno presto per mettere a punto una posizione comune in vista dell’incontro del 18 aprile in Confindustria.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo