Quirinale/ Al secondo scrutinio 418 bianche, 230 voti a Rodotà
Altro

Quirinale/ Al secondo scrutinio 418 bianche, 230 voti a Rodotà

Quirinale/ Al secondo scrutinio 418 bianche, 230 voti a Rodotà
Candidato M5S perde voti, Chiamparino raddoppia


Roma, 18 apr. (TMNews)
– Seconda fumata nera del Parlamento riunito in seduta comune per l’elezione del presidente della Repubblica. Nessun nome ha raggiunto il quorum dei 2/3, cioè di 672 voti. Le schede bianche sono state 418. Calano rispetto al primo scrutinio i voti per Stefano Rodotà: da 240 a 230. Aumentano invece quelli per Sergio Chiamparino (da 41 a 90) e per Massimo D’Alema (da 12 a 38). Franco Marini, il candidato proposto da Pierluigi Bersani per un accordo con Pdl e Scelta Civica affossato al primo scrutinio, ottiene solo 15 voti.

Hanno ottenuto voti anche Romano Prodi (13), Alessandra Mussolini (15), Emma Bonino (10), Sergio De Caprio, detto Capitano Ultimo (9), Rosy Bindi (6), Piero Grasso (2), Silvio Berlusconi (4), Pierluigi Bersani (4), Anna Finocchiaro (4), Paola Severino (5), Cosimo Sibilia (7), Michele Cucuzza (2), Arnaldo Forlani (2), Ricardo Merlo (2), Santo Versace (2), Daniela Santanchè (2), Maniscalco (2), Sabelli Fioretti (2). Le schede nulle sono state 14, 41 i voti dispersi. I votanti sono stati in tutto 948 su 1007.

Il terzo scrutinio è già fissato per domani mattina alle 10. La maggioranza necessaria sarà sempre dei 2/3. Dalla quarta votazione invece, fissata alle 15-15.30, sarà sufficiente la maggioranza assoluta, cioè 504 voti.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo