G20/ Grilli: sfida della crescita non è ancora vinta
Altro

G20/ Grilli: sfida della crescita non è ancora vinta

G20/ Grilli: sfida della crescita non è ancora vinta
Il ministro: situazione non ottimale nell’economia reale


Washington, 19 apr. (TMNews)
– Quella emersa dalla cena con i ministri delle finanze e i banchieri centrali del G20 “è una fotografia (della situazione economico-finanziaria-ndr) a luci e ombre, da una parte i grandi rischi si sono ridotti, dall’altra la sfida della crescita non è ancora vinta”. Così il ministro dell’economia italiano Vittorio Grilli interpellato ieri sera dopo l’incontro con i ministri delle finanze e i banchieri centrali, riuniti a Washington a margine dei lavori primaverili del Fondo monetario intenazionale.

“Abbiamo fatto un importante roundtable sulle condizioni economico-finanziaria globali e l’analisi non è stata molto diversa da quella fatta a Mosca due mesi fa”, ha detto Grilli uscendo dalla sede centrale del Fondo, dove si sono visti, tra gli altri, il numero uno della Federal Reserve Ben Bernanke e il governatore della Banca centrale europea Mario Draghi.

“Da una parte, si è detto che i rischi estremi si sono ridotti in modo importante: in Europa la situazione si è stabilizzata, negli Stati Uniti la correzione del fiscal cliff è stata molto importante, in Giappone (c’è stato questo grande cambiamento di politica monetaria” ha continuato Grilli descrivendo una serie di eventi definiti “positivi dal punto di vista della riduzione dei grandi rischi globali. Però rimangono sempre le incertezze”. Di queste incertezze, Grilli ha parlato subito di Europa: “se nella parte finanziaria abbiamo avuto una stabilizzazione, nell’economia reale la situazione non è ancora ottimale”.

Quanto agli Stati Uniti, “il fiscal cliff è stato evitato però l’aggiustamento fiscale in qualche modo definitivo non è ancora stato abbozzato”. E in Giappone, è chiaro che le mosse di politica monetaria dal governatore Haruhiko Kuroda rappresentano “una politica importante di inversione di tendenza ma è anche molto coraggiosa perché ha un sacco di incognite che devono essere risolte”.

La soluzione per superare definitivamente la crisi e imboccare con decisione la strada della ripresa? “Tutti sono d’accordo che la strategia del consolidamento fiscale e delle riforme strutturali è l’unico modo”, ha concluso Grilli aggiungendo che “la grande difficoltà è che stiamo facendo tutti la stessa cosa dal punto di vista del consolidamento fiscale”. Il ministro ha spiegato che così “non ci sono gli spazi di manovra che normalmente un Paese avrebbe quando il resto del mondo si comporta diversamente” da esso.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale