Germania/ In mostra
Altro

Germania/ In mostra “Diari di Hitler”, mega-bufala Stern dell”83

Germania/ In mostra “Diari di Hitler”, mega-bufala Stern dell”83
A Coblenza, trent’anni dopo lo scandalo dei diari falsi


Berlino, 23 apr. (TMNews)
– I “diari di Hitler”, uno dei più grossi scandali nella storia della stampa tedesca, saranno trasferiti negli archivi nazionali tedeschi “Bundesarchiv” (BArch), situati a Coblenza, sud-ovest della Germania, dove saranno accessibili al pubblico. E’ quanto annunciato dalla popolare rivista Stern, che nel 1983 pubblicò i falsi, provocando uno scandalo che portò alle dimissioni di due capi-redattori e all’arresto del giornalista “scopritore” Gerd Heidemann e di chi gli aveva rifilato i falsi, il pittore Konrad Kujau, per quasi dieci milioni di marchi.

Quasi trent’anni fa, il 25 aprile del 1983, i 62 volumi dei diari fasulli, che coprivano gli anni dal 1932 al 1954, furono presentati ad Amburgo, come uno scoop del settimanale tedesco: “Stern trasmette tutti i diari ancora in suo possesso”, ha spiegato una portavoce della rivista, Franziska Kipper, precisando che gli esemplari attualmente in possesso di altri enti (Fondazione Cartier a Parigi o “Haus der Geschichte” a Bonn) resteranno dove si trovano. “Trent’anni, è il ritardo normale per rendere accessibile al grande pubblico i documenti ufficiali. Stern ha deciso di trasmettere i diari”, ha indicato la rivista in un comunicato.

“I diari falsi fanno parte della storia di Stern. Non vogliamo defilarci, ma reagire in modo appropriato e prima di tutto oggettivo”, ha spiegato il capo-redattore del settimanale, Dominik Wichmann, citato nel comunicato. Il falsario Kujau e il giornalista Heideman furono processati nel 1985 e condannati a quattro anni di prigione.

(fonte Afp)

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo