Iran/ Presidenziali, venerdì dibattito in tv fra otto candidati
Altro

Iran/ Presidenziali, venerdì dibattito in tv fra otto candidati

Iran/ Presidenziali, venerdì dibattito in tv fra otto candidati
Sette sono conservatori vicini a Khamenei


Teheran, 29 mag. (TMNews)
– Gli otto candidati alle presidenziali iraniane del 14 giugno si sfidano venerdì nel loro primo grande dibattito televisivo sullo sfondo di una campagna elettorale dominata dalla crisi economica dovuta alle sanzioni internazionali. Una settimana dopo il via ufficiale della campagna, i candidati, sette conservatori e un riformatore, hanno effettuato unicamente brevi trasferte in provincia o interventi sui media ufficiali.

Altri due dibattiti televisivi sono previsti prima del voto, il 4 e il 7 giugno. Sette conservatori, di cui la maggior parte graditi alla Guida suprema, l’ayatollah Ali Khamenei, due moderati, e un solo riformista si presentano allo scrutinio, sullo sfondo di una grave crisi economica. Ali Akbar Velayati, ex capo della diplomazia, ha promesso di contenere l’inflazione in 100 giorni. Mohammad Bagher Ghalibaf, attuale sindaco di Teheran, vuole ripristinare la stabilità economica “in due anni”. Said Jalili, responsabile dei negoziati sul nucleare e uno dei favoriti per i suoi stretti legami con Khamenei, punta a mettere in campo una “economia di resistenza”. Fra gli aspiranti alla successione di Mahmoud Ahmadinejad, figura Hassan Rohani, un conservatore moderato e il solo candidato espressione del clero. In passato, è stato criticato per aver firmato nel 2003 una moratoria delle attività nucleari dell’Iran, che sono sotto l’autorità diretta della Guida suprema. (con fonte Afp)

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo