Fisco/ Guai per Ciancimino jr: arrestato per evasione fiscale
Altro

Fisco/ Guai per Ciancimino jr: arrestato per evasione fiscale

Fisco/ Guai per Ciancimino jr: arrestato per evasione fiscale
Avrebbe non versato tasse per decine di milioni di euro


Palermo, 29 mag. (TMNews)
– I nuovi guai giudiziari per Massimo Ciancimino, uomo chiave nel processo sulla trattativa “Stato-mafia”, apertosi pochi giorni fa a Palermo, questa volta vengono da Bologna.

Il figlio di don Vito, l’ex sindaco del capoluogo siciliano, infatti, è stato arrestato stamani su ordine del gip di Bologna che gli contesta l’accusa di evasione fiscale. Per i magistrati emiliani, infatti, ci sarebbe stato proprio Ciancimino jr dietro agli affari di diverse società di materiale ferroso che per evadere decine di milioni di euro di tasse, erano state trasferite in paradisi fiscali oltreoceano.

Insieme a Massimo Ciancimino, sotto la lente della Guardia di finanza di Ferrara, coordinata nelle indagini dalla Dda di Bologna, sono finiti anche i componenti del “sistema”, che avrebbe portato ad un’evasione stimata intorno ai 30 milioni di euro. Tredici in totale le ordinanze di custodia cautelare, nove in carcere e quattro ai domiciliari.

Tra i reati contestati ai protagonisti della vicenda, ci sono l’evasione e la frode fiscale, la bancarotta fraudolenta, contrabbando, mendacio bancario, sostituzione di persona, falso in scritture private, falso commesso da incaricato di pubblico servizio.

Respinta dal gip emiliano, invece, l’aggravante dell’aver agevolato la ‘ndrangheta, contestata inizialmente dalla Dda a Ciancimino sulla base di alcune intercettazioni telefoniche tra lui e un commercialista calabrese.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo