Siria/ Americana convertita a islam muore combattendo con ribelli
Altro

Siria/ Americana convertita a islam muore combattendo con ribelli

Siria/ Americana convertita a islam muore combattendo con ribelli
Uccisa dall’esercito di Assad


New York, 31 mag. (TMNews)
– È morta combattendo con i ribelli siriani che da oltre due anni cercano di rovesciare il regime di Bashar al Assad. Nicole Lynn Mansfield, 33 anni, non era una donna siriana o araba ma una cittadina americana, nata a Flint in Michigan da una famiglia battista e convertitasi all’Islam dopo aver sposato un immigrato musulmano, che tre anni fa aveva lasciato gli Stati Uniti non essendo riuscito a ottenere la green card. La notizia è stata diffusa dalla tv di stato di Damasco, che ha mostrato il corpo di una donna insanguinato e un passaporto e una patente del Michigan intestati a Nicole.

Le autorità nazionali sostengono che sia caduta in battaglia con altri due cittadini britannici, che stavano aiutando i ribelli (definiti terroristi dal regime): sarebbero stati armati e con un computer. Anche il gruppo estremista Al Nusra – inserito ieri dall’Onu nella lista nera dei terroristi – ha parlato del martirio di “una cittadina americana e di un britannico”.

“Sono distrutta”, ha detto la zia della ragazza, Monica Mansfield Speelman che è stata informata della morte di Nicole dall’Fbi. Speelman ha sostenuto che la nipote si era convertita all’Islam cinque anni fa aggiungendo di non sapere che fosse partita per la Siria. Un funzionario del dipartimento di Stato ha fatto sapere che Washington sta lavorando insieme alla missione in Siria della Repubblica Ceca per avere maggiori informazioni sul caso.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo