Cina/ Popolazione sempre più vecchia, povera e malata
Altro

Cina/ Popolazione sempre più vecchia, povera e malata

Cina/ Popolazione sempre più vecchia, povera e malata
Il 22,9% dei cinesi over-60 vive in condizioni di povertà


Roma, 31 mag. (TMNews)
– La terza età non se la passa bene in Cina: la popolazione anziana è povera, malata e depressa e i numeri sono allarmanti, secondo il primo sondaggio su vasta scala condotto nel Paese sugli over 60. Un dato che rappresenta una grave minaccia per Pechino e, a lungo termine, uno dei vulnus più pericolosi per l’economia della Tigre asiatica.

Fra la generazione che ha posato le fondamenta del boom economico cinese, il 22,9%, pari a 42,4 milioni di persone, vive in condizioni di povertà, con consumi inferiori a 3.200 yuan l’anno, pari a 52 dollari. Il timore della povertà e della vecchiaia, scrive il Wall Street Journal in prima pagina, induce inoltre molti cinesi a risparmiare piuttosto che a spendere, ostacolando così un’altra delle priorità di Pechino, stimolare i consumi.

Il sondaggio, condotto da un gruppo accademico internazionale e finanziato in parte dal governo di Pechino, ha intervistato 17.728 individui, abitanti in 28 delle 31 province cinesi. Ne è risultato inoltre che la demenza e le disabilità fisiche sono molto diffuse: il 38,1% ha difficoltà a svolgere le attività quotidiane in modo autonomo, mentre il 40% mostra chiari sintomi di depressione.

Nel mondo, il numero di persone anziane in rapporto alla popolazione attiva continua ad aumentare e passerà da 11 nel 2010 a 42 nel 2050, secondo le proiezioni delle Nazioni Unite. Il rapporto è particolarmente allarmante in Cina dopo decenni di politica del figlio unico.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo