Beretta, decisivo anche senza gol
Altro

Beretta, decisivo anche senza gol

Otto reti in due gare: l'attacco dell'Asti è diventato atomico, in attesa della prova del nove domenica prossima a Rapallo. Merito del lavoro dello staff tecnico, del talento di Rolando e

Otto reti in due gare: l'attacco dell'Asti è diventato atomico, in attesa della prova del nove domenica prossima a Rapallo. Merito del lavoro dello staff tecnico, del talento di Rolando e Lewandowski, dell'impegno del "torello" d'attacco Lo Bosco, ma anche di un volto nuovo. Matteo Beretta in due gare ha consegnato profondità e sostanza ai galletti del presidente Porazza. Le sue 108 reti in carriera tra i professionisti rappresentano senza dubbio un biglietto da visita importante, e lo è ancora di più la sensazione che il bomber ex Monza sia riuscito nelle prime due gare biancorosse a incidere in modo indelebile pur non segnando. I campioni si fanno notare non solo per il fiusto sotto porta, ma anche per le singole giocate: un controllo elegante, un assist, un rigore procurato. Anche grazie alla sua presenza, Loreto Lo Bosco ha messo a segno quatro sigilli nelle ultime due gare: è un caso? Crediamo proprio di no! Benvenuto campione!

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale