beat
Altro, Attualità
Costumistica

“Palio Beat”, resterà aperta fino alla fine dell’anno l’esposizione di Palazzo Mazzola

I Cortei Storici dell’epoca vennero influenzati dall’abbigliamento utilizzato in alcune pellicole cinematografiche
Resterà aperta fino a fine anno a Palazzo Mazzola, sede del Museo del Palio, in via Cardinal Massaia, la mostra dal titolo “Il Palio Beat”, influenze stilistiche che toccarono da vicino la manifestazione nei primi anni settanta.

Il Palio era da pochi anni rinato (1967 la ripresa) e la parte costumistica venne ai tempi influenzata dall’abbigliamento utilizzato in alcune pellicole cinematografiche dell’epoca. Emblematici in proposito, quale esempio, i film “Brancaleone alle Crociate”, “I racconti di Canterbury” insieme alle scenografie di Danilo Donati.

Fabrizio Fassi, uno dei curatori della mostra, storico e grande esperto di Palio, in occasione dell’inaugurazione ricordò l’importanza della donazione all’Archivio Storico del patrimonio in immagini posseduto da Astifoto, consultando il quale è stato possibile trarre indicazioni e fare confronti tra la costumistica paliesca dei primi anni settanta e l’abbigliamento usato sulla scena nei film ambientati in epoca medievale. Gli orari di apertura della mostra:. dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13. Apertura pomeridiana dalle 15 alle 17,30 nei giorni di martedì e giovedì. Sabato e domenica dalle 15 alle 18. Ultimo ingresso un quarto d’ora prima della chiusura.

Il Museo, presieduto e guidato da Barbara Molina, ospiterà la presentazione ufficiale del Palio 2023, venerdì 25 agosto alle 11. Per chi volesse contattare il Museo i numeri da chiamare sono 0141-399339; oppure 0141-399041.

Mail: archiviostorico@comune.asti.it

Nella foto: abiti e immagini che rimandano ai Palii dei primi anni settanta.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale