4 Ristoranti
Attualità
Su Sky

4 Ristoranti: il canellese “Civico 15” vince la sfida astigiana condotta da Alessandro Borghese

La puntata è stata trasmessa ieri, ma è anche disponibile su on demand e su NowTV

E’ andata al canellese “Civico 15” la vittoria a “4 Ristoranti”, la trasmissione di Sky curata da Alessandro Borghese girata in autunno sui “bricchi astigiani” andata in onda domenica sera. Anche se non sono mancate polemiche e battute al vetriolo tra i concorrenti.

Oltre al ristorante canellese, in gara “La Signora in Rosso” di Nizza Monferrato, la “Premiata Osteria dei Fiori” di Cortiglione, Le “Tere Ruse” di Mombaruzzo. Ampie riprese sulle colline coperte di vigne ordinate, paesi appesi sulla sommità di declivi da favola.

Immerse tra i filari i locali di Cortiglione e Mombaruzzo che, un po’ a sorpresa, non hanno convinto come location almeno uno dei concorrenti. “Maestoso” è stato definito l’ingresso di Palazzo Crova, a Nizza, che prelude alla “Signora in Rosso”, mentre su “Civico 15” che si apre sulla collina di Villanuova all’interno della storica e affascinate piazza San Leonardo il giudizio non ha messo d’accordo tutti. Così come sui piatti proposti, con stroncature che non sempre hanno convinto tutti i partecipanti. La categoria “Special” ha preso in esame l’agnolotto “del plin”,

Alessandro Borghese, sempre attento e curioso, non si è perso i commenti né i batti-e-ribatti tra gli sfidanti prima del giudizio finale. Il confronto finale ha rivelato il giudizio sulle cinque categorie: location, menù, servizio, conto e “Special”. Ancora qualche screzio quando Borghese si è allontanato, ma la classifica aveva un suo vincitore in pectore: “La Signora in Rosso” che aveva totalizzato 89 punti seguito da “Tere Ruse”, “Premiata Osteria dei Fiori” e “Civico 15”. Ma lo chef-testimonial aveva in serbo una sorpresa: la valutazione personale dei ristoranti in gara.

Dove non ha brillato “La Signora in Rosso”, zavorrata da un voto complessivo di 25 punti, mentre è volato “Civico 15” con un bel 45 punti e un “10” ai suoi agnolotti che gli ha permesso di superare il concorrente nicese, seppur di un solo punto. Pari merito, con 31 punti, “Premiata Osteria dei Fiori” e “Tere Ruse”. Brindisi finale con Asti, di cui Borghese è ambassador, mentre le ombre della sera avvolgevano la splendida chiesa barocca sconsacrata di San Rocco.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo