costigliole d'asti street art
Attualità

A Costigliole d’Asti tre giovani artiste colorano con la street art uno spazio del paese

Un murales allegro e delicato ha trasformato l’area ai piedi della scalinata di viale Marconi

Street art in viale Marconi

Sta ormai per completarsi il murales a cui si lavora in questi giorni a Costigliole d’Asti. Le colline pettinate di filari, i frutti della terra e il caratteristico castello, insieme a simpatici gattini, topolini e coniglietti: un quadro delicato, realizzato nei colori che secondo lo studio preparatorio dell’opera risultano i più diffusi in paese, dai campi alle pitture all’interno del castello. Un’opera di street art che ha donato in questi giorni allegria e vivacità allo spazio ai piedi della scalinata di viale Marconi, che porta nella zona del cortile delle scuole. Un progetto a cui stanno lavorando tre giovani artiste, ex studentesse del Liceo Artistico di Asti: Sara Benincasa e Rebecca Valente, astigiane, ed Elena Zecchin, alessandrina. «Abbiamo scelto un soggetto che richiama gli elementi caratteristici del territorio e che si adattasse alla vicinanza con la scuola e alla presenza dei bambini. E ci piacerebbe che i bambini fossero proprio i primi ad affezionarsi al murales», raccontano le artiste.

Comune e cittadini insieme

Sono arrivate a Costigliole grazie all’iniziativa di Mariuccia Cirio, Doriana Berthod e Rita Gozzellino, le stesse artefici delle aiuole ai piedi della scalinata, da loro curate attraverso un’iniziativa che ricorda la “guerrilla gardening” praticata per valorizzare e abbellire spazi a volte trascurati o in abbandono. L’amministrazione comunale ha sostenuto l’idea, che in questi giorni ha preso vita. «Il progetto, che ha avuto il benestare della commissione paesaggistica, è l’inizio di una serie di opere di street art che abbiamo pensato per abbellire il paese e le borgate – sottolinea il sindaco Enrico Cavallero – E la pulizia del muro di viale Corrado Bianco accanto alla piazza Medici si inserisce nell’ambito degli interventi volti a migliorare l’aspetto del paese». Due panchine, già risistemate dal Comune, saranno posizionate sul marciapiede, per render ancor più fruibile l’area.

Un’accoglienza calorosa

Il lavoro delle tre artiste, studentesse dell’Accademia delle Belle Arti a Cuneo e Bologna, ha raccolto grande interesse e tanti costigliolesi hanno accolto le giovani con grande calore, chi portando qualche ristoro o rinfresco, chi andando a salutare e osservando il procedere dei lavori, e non sono mancati ristoranti e attività commerciali che hanno fatto a gara per offrire loro il pranzo, insieme alle signore che le hanno ospitate. «Hanno suscitato un senso di comunità che non può che far piacere», hanno commentato le ideatrici del progetto, che hanno già in mente altre idee da dedicare a Costigliole.

(Nella foto di copertina le tre giovani artiste, le ideatrici del progetto, il sindaco Enrico Cavallero e l’assessore alla Cultura Laura Bianco)

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo