La Nuova Provincia > Attualità > A Nizza Monferrato la Protezione Civile rinnova la sua sede
Attualità Nizza Monferrato -

A Nizza Monferrato la Protezione Civile rinnova la sua sede

È in corso il rinnovo degli spazi, all’interno del palazzo comunale in piazza Martiri di Alessandria, destinati a fare da quartier generale nei momenti di emergenza idrogeologica, sismica o di altro genere

A Nizza sede rinnovata per la Protezione Civile

È in corso il rinnovo degli spazi, all’interno del palazzo comunale in piazza Martiri di Alessandria, destinati a fare da quartier generale nei momenti di emergenza idrogeologica, sismica o di altro genere. Si tratta degli uffici per il COC, Centro Operativo Comunale, oppure COM, Centro Operativo Misto, in base alle definizioni del Ministero dell’Interno, che vengono riuniti a seconda dell’estensione del territorio colpito dall’allerta. La revisione del collocamento dei singoli spazi è stata decisa dopo l’emergenza, con piogge intense e alcune esondazioni di corsi d’acqua, nel mese di novembre. «Dopo quell’occasione, ci siamo riuniti con gli altri sindaci, mettendo in luce le criticità che si erano presentate, e a cui era possibile porre un rimedio».

Distinzione tra sede operativa e ufficio dei volontari

Il risultato, in corso d’opera, è quello innanzitutto di distinguere la sede operativa, dove autorità e tecnici possono prendere le decisioni, dall’ufficio in cui si riuniscono i volontari di Protezione Civile. Spiega la geometra Patrizia Masoero: «Dividere questi due spazi, fornendo il secondo di un’uscita autonoma, permette di offrire informazioni ai cittadini interessati, durante i momenti di crisi, senza disturbare le riunioni». La sede nella sua completezza ora consiste di una sala radio, per tutte le comunicazioni di coordinamento, nonché di uffici per segreteria e ufficio tecnico, ricollocati qui dentro per migliore organizzazione. Destinato ai volontari, al piano superiore nel locale che in passato ospitava il GVA (oggi trasferito nella palazzina di piazza Cavour) è uno spogliatoio, utile anche per brevi momenti di riposo.

I computer sono portatili

Visitando gli spazi in allestimento, salta all’occhio la presenza di computer portatili, anziché fissi: «In caso di emergenza, se l’edificio comunale stesso diventasse inutilizzabile, deve essere possibile un rapido spostamento. Per la stessa ragione, i dati non sono salvati sui singoli pc, ma su un server a parte: in questo modo rimangono comunque accessibili, a prescindere dalla sede». Gli interventi stanno procedendo a blocchi, proprio allo scopo di mantenere i volontari di Protezione Civile in grado di intervenire in caso di necessità, nonché la sede stessa di essere fruibile.

Grazie al sindaco per gli spazi

La geometra Masoero ringrazia il sindaco Simone Nosenzo per la disponibilità a fornire altri spazi del palazzo comunale: «Abbiamo avuto occasione di visitare altre realtà, in giro per l’Italia, e possiamo dire di avere spazi adeguati, per di più migliorati da queste recenti modifiche». Tra le novità recenti, si segnala inoltre che l’Associazione Cb Valle Belbo Nizza entra a far parte del team di formatori ed esaminatori volontari della FIRCB SER. Questo è possibile a seguito di un corso a Fano. La qualifica permetterà di contribuire alla formazione di futuri volontari. Da segnalare inoltre come, tra le fila del gruppo nicese, già siano operativi volontari pronti a partire e mettersi all’opera in caso di emergenza nazionale. Le loro specializzazioni riguardano il team logistica, il team radio e il team segreteria. Conclude Patrizia Masoero: «In questi anni si è investito molto nella formazione e preparazione dei volontari, siamo felici che questo cominci a dare risultati concreti».

Fulvio Gatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente