La Nuova Provincia > Attualità > A.S.T.I FEST verso le sessioni finali con l’arrivo di Alessandro Melis
AttualitàAsti -

A.S.T.I FEST verso le sessioni finali con l’arrivo di Alessandro Melis

Al Diavolo Rosso ultimi appuntamenti con il Festival dell'Architettura che vedrà tra i suoi ospiti il curatore del Padiglione Italia della Biennale di Architettura di Venezia 2020

Ultimi incontri per l’A.S.T.I. FEST – Festival dell’Architettura Astigiano

Ultimi incontri per l’A.S.T.I FEST – Festival dell’Architettura Astigiano. Nel week end sono in programma, al Diavolo Rosso di piazza San Martino, le ultime sessioni di lavoro della 3^ edizione del Festival.
Domani, sabato 25, si terranno alcuni incontri tematici: dalle 10 alle 13 si parlerà di rinaturalizzazione delle città con Ferruccio Capitani, Presidente A.I.A.P.P. Piemonte Valle d’Aosta e architetto al Comune di Torino, Alessandra Aires, Segreteria A.I.A.P.P. Piemonte Valle d’Aosta e architetto al Comune di Torino, Delphine Dall’Agata, Dottoressa/Borsista Fulbright, Antonio Marco Mangione, Project manager e amministratore di Emmegi srl e fondatore di Offgrid Italia. Dalle 15 si spiegherà come utilizzare le risorse che le città offrono insieme a Daniela Ciaffi, docente Politecnico di Torino e Vicepresidente LABSUS – Laboratorio per la sussidiarietà, Nadia Fassone, membro del direttivo di Architettura Senza Frontiere Piemonte Onlus, Giovanni Campagnoli, docente di economia e autore di “Riusiamo l’Italia. Da spazi vuoti a start up culturali e sociali”, Francesco Lipari, Fondatore di OFL Architecture, co-fondatore di Cityvision e membro della Comunità di fondatori di Farm Cultural Park a Favara.

L’attesa Lectio Magistralis di Alessandro Melis

Successivamente sarà la volta di Alessandro Melis, Principal Lecturer Portsmouth School of Architecture, co-fondatore dello studio Heliopolis 21, Direttore dell’International Cluster for Sustainable Cities e curatore del Padiglione Italia della Biennale di Architettura di Venezia 2020, che terrà la sua Lectio Magistralis sul tema “L’equazione impossibile della città futura”. A conclusione gli sarà conferito il premio alla memoria di Fabrizio Gagliardi, architetto astigiano, professionista e insegnante. La scelta di premiare l’Architetto Melis è motivata «dalla sua attenzione ai temi della sostenibilità – spiegano gli organizzatori – e per il suo progetto Comunità Resilienti che porterà alla Biennale».

Intanto, lo scorso week end, sono stati tanti i relatori che hanno offerto all’A.S.T.I FEST interessanti spunti di riflessioni sui vari temi trattati: è stata presentata la situazione dei cambiamenti climatici, richiamando la popolazione a modificare le sue abitudini per poter lasciare alle future generazioni città, e un pianeta, ancora vivibili; sono intervenuti esperti che lavorano in grandi realtà urbane, operando i cambiamenti necessari per aumentare la resilienza.
Sono stati anche affrontati i temi sensibili dell’energia e della mobilità, mostrando quante esperienze virtuose siano diffuse sul territorio e quanto sia importante lavorare insieme creando una rete di collaborazioni. Il programma completo e i dettagli degli interventi sono disponibili sul sito www.astifest.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente