Al C.P.I.A. si insegna a differenziare
Attualità

Al C.P.I.A. si insegna a differenziare

Alla presenza di studenti provenienti da oltre venti Stati

“Come fare bene la raccolta differenziata” è l’ iniziativa promossa da G.A.I.A. presso il C.P.I.A. (Centro Provinciale Istruzione Adulti), scuola con un alto numero di corsisti stranieri residenti ad Asti .

Alla presenza del dott. Flavio Gotta, responsabile GAIA Ufficio Comunicazione, il prof. Fabio Viarengo (Co.Al.A.) ha spiegato ad un pubblico costituito da studenti provenienti da altri Stati, con esempi pratici ed immagini, come procedere alla corretta selezione dei rifiuti.

L’intervento è stato tradotto in lingua inglese dalla prof.sa Michela Viarengo, mentre Daquin Thomas, studente ivoriano laureato in ingegneria, ha provveduto alla traduzione in  francese.

Nel corso serale delle medie è stato analizzato con la docente di Lettere Piera Medico il problema dei rifiuti a livello mondiale. Dalle osservazioni di alcuni studenti è emersa “l’ altra faccia della medaglia”, cioè che se nel nostro territorio c’è spesso un corretto smaltimento dei rifiuti, che riflette anche un senso civico e di rispetto per l’ambiente , in alcuni paesi  come Egitto, India e Brasile, la “selezione” dei rifiuti è ciò che permette, per la fascia più povera della popolazione, di procurarsi l’unico pasto quotidiano .

Cumuli di immondizia grandi quasi quanto delle colline sono a Il Cairo o a Calcutta parti integranti delle periferie. Ancora una volta si è evidenziato come la cultura ed il confronto siano basilari anche per norme legate alla gestione ambientale.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo