Cocco
Attualità
Piena attività

Al Coccovillage tra Zoom, mare e campioni sportivi

Centro di apprendimento e ricerca che si occupa in particolare di bambini e ragazzi con autismo o disabilità intellettiva e bisogni educativi speciali

Prosegue anche in estate l’attività del Coccovillage, centro di apprendimento e ricerca che si occupa in particolare di bambini e ragazzi con autismo o disabilità intellettiva e bisogni educativi speciali. Nato nel 2017 è diventato in pochi anni un’eccellenza del territorio. Dopo i giorni trascorsi al mare, la visita allo Zoom di Torino (l’ex zoo) e altre uscite, la scorsa settimana è stata dedicata allo sport, con varie esperienze, dal nuoto alla pallavolo, dal calcio alla palestra di arrampicata.

Particolarmente appagante è stata la giornata in cui i bambini sono stati ospiti della società sportiva di Crivelle, frazione di Buttigliera, dove hanno avuto l’occasione di conoscere il campione del mondo in carica di bocce Luigi Grattapaglia. Assieme ad alcuni suoi collaboratori ha fatto divertire i ragazzi e insegnato loro le tecniche di base dei lanci. «Ancora una volta – commenta la psicologa Cristina Ferro, direttrice del Coccovillage – abbiamo avuto una bella esperienza, che conferma il fatto che sono le persone a fare la vera inclusione».

Il Coccovillage ha da alcuni mesi trasferito l’attività nello storico palazzo Gromo, in attesa che venga realizzata la sede in un fabbricato in fase di costruzione in via Giustinito. Si occupa di una trentina di bambini e ragazzi, fornendo interventi educativi per la promozione di autonomie di vita e supporto scolastico specialistico per alunni con bisogni educativi speciali.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo