Amici
Attualità

Amici “autogestiti” per aiutare Davide

Il ragazzo, investito al rally di San Marino, è ancora in ospedale e in questo momento gli amici sono gli unici che possano occuparsi di lui

Dicono che gli amici si vedono nel momento del bisogno. Mai proverbio fu più indovinato per Davide Anselmino, l’uomo di 32 anni, disabile, rimasto coinvolto in un incidente a San Marino due mesi fa e nel quale ha riportato delle gravissime lesioni e fratture che hanno peggiorato le sue già limitate capacità di muoversi.

Dopo un lungo ricovero all’ospedale sanmarinese, la scorsa settimana è stato finalmente trasferito al Cardinal Massaia dove è stato sottoposto ad un intervento alle gambe per consentirgli di tornare sulla sedia a rotelle. Davide non cammina e muove a stento braccia e mani, ma ha il dono della simpatia e di un’infinita dolcezza che trasmette a parole.

In questo momento non c’è nessuno della famiglia che possa occuparsi di lui e così un gruppo di amici, fin dall’indomani dell’incidente, si è stretto intorno all’uomo e ha messo su un gruppo autogestito per non lasciarlo mai solo.

«Di giorno in giorno ci mettiamo d’accordo, in modo che ci sia sempre qualcuno a dargli da mangiare a pranzo e a cena – racconta Erik Stennardo, uno dei suoi migliori amici – e poi siamo sempre in tre o quattro a tenergli compagnia. Lui ama molto i motori e li conosce benissimo, così gli leggiamo le riviste tecniche di settore e gli amici meccanici intavolano lunghe discussioni su come fare delle riparazioni particolari».

Continua la lettura sul giornale in edicola, o acquista la tua copia digitale

Daniela Peira

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo