La Nuova Provincia > Attualità > Andrea Gallo, sandamianese, sfreccia ai 136 km all’ora con la sola forza delle gambe
Attualità Costigliole - San Damiano -

Andrea Gallo, sandamianese, sfreccia ai 136 km all’ora con la sola forza delle gambe

Atleta del team Policumbent svetta nei World Human Powered Speed Challenge che si sono tenuti in Nevada. E' ingegnere alla Arol di Canelli

Terzo uomo più veloce al mondo

Gli ingegneri, si sa, sanno mantenere sempre un grande autocontrollo anche in presenza di risultati eccellenti, così l’enfasi con la quale il Team Policumbent ha dato la notizia rende ancora più eccezionale quanto accaduto nei giorni scorsi sulla vastissima pianura di Battle Mountain in Nevada.
«Oggi i nostri due meravigliosi atleti sono entrati nei libri di storia dello sport: Vittoria Spada e Andrea Gallo sono diventati, rispettivamente, la seconda donna e il terzo uomo più veloci del pianeta».

Andrea Gallo a bordo della Taurus prima di una run decisiva

Soddisfazioni dalla bicicletta Taurus

E lo hanno fatto pedalando al chiuso come dentro un uovo un prototipo di bicicletta ad altissima tecnologia aerodinamica. La bicicletta è una Taurus, reclinata al punto che Gallo pedala praticamente da sdraiato ed è avvolto da una carenatura studiata per limitare al minimo l’impatto aerodinamico. Sembra una tavola da surf che fila come un razzo di taglio sulla strada. Vittoria Spada, 23 anni, è una studentessa di Economia e Commercio dell’Università di Torino mentre Andrea Gallo, 32 anni è un atleta astigiano. Sandamianese, per la precisione, ingegnere progettista meccanico in forza alla Arol di Canelli.

Un ingegnere come propulsore umano

Appassionato di ciclismo, è stato scelto come “propulsore umano” dal team di Policumbent nato in seno al Politecnico di Torino per battere il record del mondo di velocità su mezzi alimentati dalla sola forza dei muscoli.
Ogni anno il banco di prova più importante è in Nevada, in occasione del World Human Powered Speed Challenge. Per l’edizione 2019 Policumbent si è ripresentato, come l’anno scorso, con Andrea Gallo e il prototipo Taurus che l’anno scorso aveva già innalzato l’ingegnere sandamianese nel firmamento degli uomini più veloci del mondo, piazzandosi al quarto posto con una velocità raggiunta di 133,25 km/h raggiunti esclusivamente con la forza delle pedalate. Tenendo conto che il giorno prima la Taurus spinta dalle pedalate di Gallo aveva raggiunto i 136,03 km/h ma la corsa era stata invalidata a causa del vento sopra la soglia di legalità.

Sfiorato il record europeo

Quest’anno Andrea Gallo si è superato, piazzandosi al terzo posto, con la velocità di 136.49 km/h sotto la soglia massima di vento consentito e sfiorando il record europeo.
Grandissima anche la prestazione della sua compagna di squadra per la prima volta in Nevada. Vittoria Spada, sulla Taurus X ha raggiunto i 123.88 km/h proclamandosi seconda donna più veloce al mondo e stabilendo il record italiano femminile.

Articolo precedente
Articolo precedente